Brolo: “Raccolta rifiuti e bollette? Ecco i numeri”

0
39
Morosito

L’amministrazione comunale di Brolo replica al consigliere di minoranza Ada Agnello che aveva contestato “i numeri” dell’aggiudicazione del servizio di raccolta rifiuti che avrebbero portato, secondo Agnello, ad un aumento delle bollette. Intanto l’amministrazione precisare che – secondo l’Ordinanza sindacale n. 23 del 5/6/2014  – “si tratta di 90 giorni di “effettiva raccolta” che corrispondono al periodo compreso tra il 9 giugno ed il 20 settembre 2014. Il servizio, inoltre, è stato appaltato per l’importo complessivo (IVA compresa) di €. 139.055,96 al netto del ribasso offerto in sede di gara e, dunque, aderendo anche noi al principio in base al quale “la matematica non è un opinione”, la proporzione suggerita dal consigliere Agnello dovrebbe farsi con riferimento a tale importo e non già a quello di €. 224.337,63, erroneamente utilizzato”. “In tale ipotesi – prosegue ancora il comunicato dell’amministrazione – utilizzando il medesimo ragionamento effettuato dal consigliere Agnello si giungerebbe, su base annua (313 giorni) ad un importo, per il solo servizio di spazzamento, raccolta e trasporto, di circa €. 483.600,00 e non già di 780.000,00 euro come inesattamente rappresentato”. Secondo l’amministrazione poi, “per giungere ad un valore previsionale attendibile del costo complessivo del servizio per l’intero anno in corso, è più corretto considerare i dati di costo già consolidati comprensivi di tutte le fasi del servizio (spazzamento, raccolta, trasporto, oneri di conferimento in discarica  ed IVA) relativi al periodo 1 gennaio – 31 maggio 2014 (costo complessivo pari ad €. 314.053,39), e a quello del servizio recentemente appaltato (costo complessivo pari ad  €. 275.840,20). Sulla scorta di tali dati “certi e riscontrabili” ed avendo presente che fino al 20/9/2014 si smaltiranno presuntivamente circa 2.240,00 tonnellate, è possibile desumere un costo complessivo unitario medio pari a 250,71 €/ton”. Considerando poi – si legge ancora nel comunicato – “che nel 2013 il quantitativo complessivo di rifiuti raccolti e conferiti è stato pari a 3.067,65 tonnellate, è possibile, con sufficiente approssimazione, ipotizzare che nell’ultimo trimestre dell’anno in corso si potranno produrre circa 830,00 tonnellate, e dunque è possibile stimare che il costo complessivo del relativo servizio, applicando il succitato costo unitario medio (250,71 €/ton), si attesterà a 208.000,00 euro circa”. “Tale importo sommato a quello dei precedenti due periodi, consente di poter stimare un costo complessivo del servizio per l’intero anno 2014 pari a circa 797.000,00 euro, di gran lunga inferiore al 1.080.000,00 di euro stimato dal consigliere Agnello ed assolutamente in linea con il costo complessivo riferito all’anno 2013 pari ad €. 761.494,07, qualora si tenga conto dei diversi costi dovuti sia ai differenti oneri di conferimento a discarica praticati dalla Tirreno Ambiente e dalla Sicula Trasporti e sia alla relativa distanza dei due impianti da Brolo”. “Del resto – prosegue ancora l’amministrazione – se fosse fondata l’ipotesi avanzata dal consigliere Agnello, saremo posti davanti all’aberrante prospettiva che il costo del servizio relativo all’ultimo trimestre del corrente anno, togliendo alla cifra di 1.080.00,00 euro il costo già consolidato dal 1 gennaio al 20 settembre 2013, pari a circa 600.000,00 euro (considerando anche il costo della settimana compresa tra il 2 ed il 7 giugno), sarebbe pari addirittura a 480.000,00 euro. Va da se che si tratta di una cifra davvero illogica”. L’amministrazione si chiede poi, relativamente alla tassa rifiuti del 2013 “da dove il consigliere Agnello abbia preso l’informazione che sia pari ad €. 510.000,00.  Il Responsabile del Settore Finanziario, appositamente sollecitato sull’argomento, ha comunicato una cifra assai diversa e pari a 780.000,00 euro”. Tuttavia un dubbio rimane – secondo l’amministrazione di Brolo – “c’è da chiedersi infatti se il consigliere Agnello abbia preso un autonomo abbaglio o sia stata male informata. In entrambi i casi la cifra riportata è assolutamente priva di alcun valore reale. In ultimo, ci  dispiace dover sottolineare l’intento speculativo contenuto nell’affermazione in base alla quale, secondo il consigliere Agnello,  questa nuova amministrazione ha affidato il servizio di igiene urbana alla stessa ditta che lo ha detenuto in questi primi mesi dell’anno”. “Nel merito, solo facendo ricorso ad un minimo di onestà intellettuale, è possibile riscontrare che la scelta della ditta è stata operata dall’Area Tecnica nel pieno rispetto della normativa vigente e, peraltro, ricorrendo ad apposito sorteggio pubblico durante la fase di scelta delle cinque ditte da invitare alla formulazione delle offerte. Concorrenti quest’ultimi individuati sulla base dell’insieme delle ditte che hanno manifestato il proprio interesse a seguito di un avviso pubblico. Non v’è dubbio, dunque, che la procedura di scelta del contraente è stata ispirata alla massima trasparenza e correttezza”.
“Non crediamo – si legge ancora nel comunicato – sia colpa del Sindaco e/o della Giunta Municipale se la World Service srl è stata estratta nel sorteggio e, successivamente, si sia aggiudicata regolarmente una procedura negoziata. E’ di tutta evidenza, infatti, che tali fasi rientrano in un contesto gestionale lasciato alle incombenze dell’Area Tecnica e, nel caso di specie, alle riconosciute competenze dell’Ingegner Ridolfo. L’unico compito dell’amministrazione comunale è quello di sollecitare gli Uffici competenti nel vigilare affinché il servizio venga svolto con la massima efficienza ed efficacia, nell’interesse dei cittadini. Funzione questa già esercitata, essendosi già prodotta la notifica di un provvedimento sanzionatorio di 250,00 euro a carico della World Service srl”. “Ad ogni buon conto – conclude il comunicato – questa amministrazione è in carica da appena qualche settimana ed è ridicolo oltre che ingeneroso tentare di attribuirle responsabilità che non ha e che sono da ricercare altrove, anche tra gli sponsor dell’attuale Gruppo di Minoranza”.