Sant’Agata, il segretario nel mirino della maggioranza

0
19

La maggioranza consiliare di Sant’Agata Militello mette nel mirino il segretario comunale Roberto Ribaudo sollevando dubbi sulla legittimità della retribuzione intascata dallo stesso per le mansioni svolte al comune santagatese. Con una mozione a firma dei consiglieri Barbuzza ed Indriolo, l’opposizione chiede infatti di far luce sul presunto mancato adeguamento del contratto di Ribaudo alle disposizioni della nuova legge di stabilità che impone la riduzione della retribuzione e l’adeguamento a quanto previsto per i segretari comunali nei comuni di fascia B, come per l’appunto Sant’Agata Militello. Secondo quanto scritto dai consiglieri, invece, Ribaudo, nominato dall’amministrazione Sottile ad Agosto 2013, continuerebbe a percepire la retribuzione come nella precedente sede, Barcellona Pozzo di Gotto, che, però, rientra nei comuni di fascia A. L’esborso non dovuto per le casse comunali, secondo Barbuzza ed Indriolo, sarebbe dunque di circa 20 mila euro annue. I consiglieri chiedono di modificare il decreto del sindaco di nomina del segretario Ribaudo, nella parte relativa al trattamento economico, di adottare ogni atto amministrativo necessario al fine di adeguare la retribuzione a quella della fascia professionale “B”, corrispondente ai comuni di IIa classe e con decorrenza dal 1 Gennaio dell’anno in corso, procedere al recupero delle somme maggiori, e non dovute, già liquidate a Ribaudo.