Strage rifugio, a dicembre la sentenza

0
47

Sarà il 19 dicembre prossimo il giorno della sentenza del processo di primo grado per il rogo dell’agriturismo “Il Rifugio del falco” di Patti. Il collegio giudicante del tribunale di Patti, presidente Lazzara, a latere Molina e Rigoli, dopo aver ascoltato nel corso del dibattimento un pilota di un canadair che il 22 agosto 2007 – il giorno della tragedia – sorvolò la zona del comprensorio di Patti, hanno indicato la data in cui si concluderà il processo. Per il 26 novembre, invece, potranno essere sentiti gli imputati, se daranno il loro assenso e inizieranno le discussioni finali del rappresentante della pubblica accusa e dei legali delle parti civili. Tutta la giornata del 19 dicembre sarà dedicata alle arringhe della difesa, dopo di che i giudici si ritireranno in camera di consiglio. A quel punto dovrebbero essere circa venti le udienze dall’inizio del procedimento, in cui i processi erano ancora due, uno a carico del titolare dell’agriturismo, Santi Anzà e di Mariano La Mancusa e l’altro a carico dei dipendenti della forestale, Antonino Carro, Giuseppe Giordano e Gaetano Galletta. Di seguito, com’è noto furono riunificati a partire dal 17 febbraio 2012, per raccontare la tragica vicenda che provocò sei morti e svariati feriti e per tutte le circostanze connesse all’incendio che travolse l’agriturismo e buona parte dell’area di contrada Rocche Litto.

Morosito