Brolo, scontro (anche) sui rifiuti

0
21

Non solo lo scontro sulla mancata richiesta delle anticipazioni dei fondi per il pagamento dei debiti con i fornitori, ma le prime polemiche politiche del nuovo corso amministrativo di Brolo si giocano anche sul tavolo dei rifiuti. Infatti, dopo il vivace battibecco durante la prima seduta consiliare con il neo presidente Giuseppe Miraglia, il consigliere di minoranza Ada Agnello torna alla carica per evidenziare le sue ragioni. L’importo dell’affidamento del servizio è di poco superiore i 224mila euro per la durata di 90 giorni e quindi, secondo il consigliere della lista Per Brolo, “il costo per un anno ammonterebbe a 780mila euro”. Importo che lievita “fino a un milione e 80mila euro se si considera il conferimento in discarica”. Ebbene, afferma Ada Agnello, “il ruolo sulla tassa dei rifiuti, ammonta a 510mila euro per l’anno 2013”, da cui si deduce che “nel 2014 vi sarà una scopertura di 570mila euro”. L’amministrazione, quindi, secondo il consigliere di minoranza, “dovrà raddoppiare di fatto l’importo delle bollette per coprire i costi del servizio”. Senza considerare, afferma ancora Ada Agnello che “la ditta che esegue il sevizio non ha rispettato nei mesi passati, e continua a non rispettare oggi, tutti gli adempimenti previsti dal relativo capitolato d’appalto. Non solo relativamente allo svuotamento cassonetti, ma anche per quello che riguarda lo svuotamento cestini e spazzamento manuale e meccanizzato”. “Questi inadempimenti – prosegue Agnello – autorizzano la risoluzione anticipata del contratto che sarebbe sicuramente un bene per la cittadinanza visto lo stato vergognoso in cui si trovano i cassonetti  e le strade del nostro paese, per di più in prossimità dell’arrivo della stagione estiva e dell’aumento esponenziale della produzione dei rifiuti”. “Ma l’amministrazione ha rinnovato l’affidamento della raccolta rifiuti alla stessa ditta e la situazione continua a peggiorare tanto da definirsi vergognosa”. “La mia – conclude Ada Agnello – non vuole essere una sterile polemica, bensì un modo per incalzare l’amministrazione a verificare costantemente che l’espletamento del servizio avvenga nel pieno rispetto del capitolato d’oneri, poiché è mio dovere garantire che i cittadini paghino solo ed esclusivamente per i servizi resi e che questo splendido paese possa avere il decoro e la pulizia che merita”. L’amministrazione comunale, dal canto suo, si riserva di replicare “numeri alla mano” al comunicato di Ada Agnello.

Morosito