Il perito, “Provvidenza vittima di incidente”

0
28

Depositata la relazione dell’autopsia del consulente della Procura di Messina su Provvidenza Grassi, la 27enne scomparsa il 10 luglio 2013 e trovata morta il 23 gennaio scorso accanto alla sua auto, sotto un viadotto della tangenziale della città dello Stretto. Dal documento, dice Giuseppina Iaria, legale della famiglia Grassi, “emergerebbe dall’analisi dei capelli che la giovane fosse sotto effetto di metadone e le fratture sarebbero compatibili con l’incidente stradale”.  L’avvocato contesta la tesi del perito.  “Da quello che ci risulta – prosegue l’avvocato – la ragazza non si drogava e non è detto che qualcuno non l’abbia obbligata a farlo. Ricordo che una persona a lei vicina è stata arrestata per spaccio di droga. Noi abbiamo altri indizi che ci fanno propendere per altre piste, tra l’altro abbiamo ritrovato nel portafoglio della vittima un numero di targa di una macchina catanese e questo ci sembra strano.  Contesteremo la perizia”.Intanto proprio oggi si sono svolti al Duomo i funerali della giovane. 

Morosito