Operazione Indennizzo, altre cinque misure cautelari

0
96

Altre cinque misure cautelari nell’ambito dell’Operazione Indennizzo. Ad eseguirle, all’alba, i Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto. Il reato contestato è di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe alle assicurazioni. Si tratta di quattro aggravamenti di misure cautelari e di un nuovo provvedimento a carico di cinque degli indagati nel procedimento in corso presso la Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto. Le indagini dei Carabinieri, come si ricorderà, avrebbero accertato un numero importante di falsi incidenti stradali con danni alle compagnie assicurative che, dopo avere praticato premi molto onerosi, hanno deciso di abbandonare l’hinterland barcellonese. Nuova misura cautelare per Filippo Reale, 44enne di Mazzarrà Sant’Andrea per il quale è stata disposta la custodia cautelare in carcere in sostituzione degli arresti domiciliari. Arresti domiciliari in sostituzione dell’obbligo di dimora sono stati disposti per Giovanni D’Angelo, 34 enne di Barcellona Pozzo di Gotto. Ai domiciliari anche Antonino Luca Gambino, 33 anni di Barcellona Pozzo di Gotto, precedentemente sottoposto all’obbligo di presentazione. Un divieto di dimora è stato notificato invece al 46enne Cosimo Sagona di Terme Vigliatore, precedentemente sottoposto all’olligo di presentazione. Il provvedimento di divieto di dimora ha raggiunto anche Maria Cosimini, 36 anni, di Milazzo che non era stata sottoposto ad alcun provvedimento.