Al voto per europee e amministrative

0
22

Italiani chiamati alle urne domenica per l’elezione dei 73 membri del Parlamento europeo spettanti al nostro Paese, Si vota nella sola giornata di domenica 25 maggio dalle 7 alle 23. Per poter votare bisogna presentarsi al seggio con un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale che, in caso di smarrimento, può essere ritirata presso l’ufficio elettorale di ciascun comune, anche nella stessa giornata di Domenica. Per la circoscrizione dell’Italia insulare, che comprende Sicilia e Sardegna, la scheda è di colore rosa. Per votare si deve tracciare un segno sul simbolo corrispondente alla lista prescelta, anche non indicando alcun candidato. Si possono indicare fino ad un massimo di 3 preferenze, per candidati compresi nella lista votata. Non c’è dunque la possibilità di voto disgiunto. Se si sceglie di dare tre preferenze, non possono andare a tre persone dello stesso sesso, pena l’annullamento della terza preferenza. Lo spoglio per le elezioni europee inizierà Domenica sera, subito dopo la chiusura delle urne. La distribuzione dei seggi avverrà attraverso il sistema proporzionale, con sbarramento al 4%. I partiti sotto questa soglia non entreranno a Strasburgo.  Per la circoscrizione Sicilia e Sardegna saranno 8 i rappresentanti eletti. Contestualmente al voto per le europee, Domenica si andrà alle urne anche per il rinnovo di alcune amministrazioni comunali. In provincia di Messina sono 11 i centri che dovranno eleggere sindaco e consiglio comunale, tutti sotto i 10 mila abitanti dunque con turno unico col sistema maggioritario. Si tratta dei centri di Brolo, Condrò, Forza D’Agrò, Leni, Mandanici, Mistretta, Oliveri, Rometta, San Salvatore di Fitalia, Spadafora e Tortorici. Per votare bisognerà tracciare una croce sul nome prestampato del candidato sindaco prescelto. Per il consiglio comunale, si può fare una croce sul simbolo della lista scrivendo il nome del candidato al consiglio comunale prescelto. E’ possibile esprimere sino ad un massimo di due preferenze a condizione che esse si riferiscano a candidati della stessa lista e di sesso diverso. Si ricorda che il voto espresso per una lista non si estende automaticamente al candidato sindaco ad essa collegato, e viceversa, E’ necessario, quindi, che l’elettore per esprimere le proprie preferenze, tracci un segno sia per il candidato sindaco sia per una lista. Lo scrutinio per le elezioni amministrative inizierà Lunedì pomeriggio a partire dalle ore 14

di Giuseppe Romeo

Morosito