Stage del “Rifugio del falco”, riprende il processo

0
68

Inizierà dopo l’estate la fase delle discussioni finali del processo per il rogo dell’agriturismo “Il Rifugio del falco” di Patti. Il collegio giudicante del tribunale di Patti, presidente Lazzara, a latere Molina e Rigoli, proseguirà il dibattimento nella giornata del 13 giugno, indicata, ad inizio del processo, quale prima e delle due udienze – l’altra era stata fissata per il 15 luglio – da dedicare alla fasi finali. Il 13 giugno prossimo dovranno essere sentiti gli ultimi testi, fra cui il pilota del canadair che, nel giorno della tragedia – il 22 agosto 2007 – pare che si trovasse a sorvolare l’area del comprensorio pattese; non verrà sentito nella qualità di testimone, visto che era stato indicato nella lista, l’ex capo della protezione civile nazionale, Guido Bertolaso. I giudici hanno acquisito, però, agli atti, una sua relazione. Concluso il passaggio dei testi, saranno sentiti, se vi consentiranno, tutti gli imputati. Conclusa l’udienza del 13 giugno, il collegio stabilirà il calendario per le udienze, dopo l’estate, da dedicare alla dirittura d’arrivo del processo di primo grado, seguendo la prassi, prima il pm e le parti civile e poi i difensori degli imputati. Per la tragica vicenda che provocò sei morti e svariati feriti e per tutte le circostanze connesse all’incendio che travolse l’agriturismo e buona parte dell’area di contrada Rocche Litto, sono imputati il titolare dell’agriturismo, Santi Anzà, poi Mariano La Mancusa e i dipendenti della forestale, Antonino Carro, Giuseppe Giordano e Gaetano Galletta.

di Massimo Natoli

Morosito