Crocetta “assediato” a Naso

0
98

Dai forestali ai precari alla frana che minaccia il centro storico: erano tanti gli argomenti che attendevano il presidente della Regione Crocetta in visita a Naso, ufficialmente per fare il punto sul grave dissesto idrogeologico che minaccia buona parte del centro cittadino e che ha costretto ad evacuare la storica sede del Municipio. Il governatore ha confermato l’impegno del governo regionale che ha già inviato la richiesta a Roma per il riconoscimento dello stato di calamità naturale. Ma Crocetta ha dovuto fronteggiare anche le critiche per il mancato intervento in contrada Maina dove da diversi anni i residenti sono alle prese con un considerevole movimento franoso.
All’incontro con i precari e i forestali, il Presidente della Regione ha ribadito la posizione del governo: “L’Ars deve approvare urgentemente la manovra e la deve approvare nella sua dimensione globale salvaguardando gli stipendi, i trasferimenti ai comuni e anche i salari dei forestali. Non si gioca al politichese sui salari della gente – ha detto Crocetta – le opposizioni hanno voluto esasperare una parte dei lavoratori della regione per semplice opposizione politica poichè hanno scelto la politica del “tanto peggio tanto meglio. Ma tale politica non fa bene alla democrazia, poiché esaspera i
conflitti, favorisce la disgregazione sociale, esaspera la sfiducia nelle istituzioni. Il voto di rinvio al 27 della manovrina salva salari, è il tentativo di volere bloccare le risorse per i forestali e per i comuni ed è segno di un’ulteriore volontà di esasperazione”.

Morosito