Milazzo, arresto per rapina impropria

0
138

Con l’accusa di rapina impropria, i carabinieri di Milazzo, hanno arrestato la scorsa notte Giulio Giannitto, di 23 anni. Intorno alle 3 e mezza, infatti è scattato l’allarme dell’ufficio Postale di Milazzo che ha un collegamento automatico con la Centrale Operativa della Compagnia di Milazzo. I carabinieri, agli ordini del neo Comandante Maresciallo Capo Tommaso La Rosa, che stavano effettuando una pattuglia nel territorio, in pochi minuti sono giunti sul posto notando da una piccola finestrella posta in alto, sul retro dell’ufficio postale giungere una luce. La finestra presentava alcuni segni di effrazione, così i militari hanno deciso di controllare l’interno della Posta. Mentre procedevano nel controllo, uno sconosciuto  ha aperto la porta d’emergenza antipanico del retro dandosi alla fuga. Raggiunto in un vicolo poco distante, l’uomo si è avvicinato a uno dei due militari e puntandogli un grosso pugnale alla gola. Il carabiniere, però è riuscito a bloccarlo e disarmarlo arrestandolo. Al termine della colluttazione, uno dei militari ha riportato lievi ferite a una mano e a un ginocchio.
Giannitto, residente a Santa Marina Salina tratto in arresto in flagranza per rapina impropria, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, porto illegale di armi, danneggiamento, è stato rinchiuso nel carcere di Gazzi a disposizione dell’autorità giudiziaria.