In fuga per Capo d’Orlando, travolge un motociclista

0
112
Morosito

Dapprima ha danneggiato alcune auto in sosta lungo la via Trazzera Marina, poi si è dato alla fuga travolgendo, poco più in là un motociclista che stava percorrendo la strada in senso inverso. Quindi una nuova fuga conclusasi lungo la via del Mare.
E’ in sintesi la cronaca di una incredibile vicenda, che ha rischiato di trasformarsi in tragedia, avvenuta poco prima delle 13 a Capo d’Orlando e che ha avuto come protagonista A.M. 38 anni, residente in città ed attualmente sottoposto a fermo dai Carabinieri con l’accusa di omesso soccorso.
Al Policlinico di Messina, in gravi condizioni, ma per fortuna non in pericolo di vita, un 28enne di Alcara Li Fusi travolto dal pirata della strada durante la sua folle corse.
Secondo la prima ricostruzione fornita dai militari dell’arma e da alcuni testimoni che hanno assistito a scene degne di film polizieschi americani, l’automobilista ha strisciato tre auto in sosta sulla Trazzera Marina. In quel momento stava giungendo anche un’auto dei Carabinieri che ha notato la scena ed ha visto l’uomo allontanarsi. E’ nato il primo inseguimento per l’intera strada che costeggia il litorale. L’automobilista, a bordo di una Renault Twingo, ha prima superato l’incrocio di Pissi e poi ha tentato di immersi sulla via del Mare che porta nei vicini comuni di Rocca e Torrenova. Nell’imboccare la strada a tutta velocità si è schiantato contro una moto di grossa cilindrata che procedeva in senso opposto ed alla cui guida si trovava il giovane centauro di Alcara li Fusi che è stato scaraventato per terra. Il ragazzo, sanguinante, ha riportato gravi ferite agli arti inferiori ed è stato soccorso grazie al 118 e, poi, all’elisoccorso che lo ha trasportato a Messina.
Il conducente della Twingo, non si è fermato neppure dopo il grave incidente ed è stato bloccato poco dopo al termine della via del Mare.