Milazzo, tre arresti per furto

0
117

Hanno un volto gli autori di un furto messo a segno a Milazzo lo scorso novembre e che fruttò decine di migliaia di euro ai ladri. Questa mattina, la polizia del commissariato mamertino ha infatti eseguito l’ordinanza di misura cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Anna Adamo, a carico degli autori del furto e di un tentato furto in appartamento.
Si tratta di Carmelo Milazzo, 21 anni, attualmente detenuto per altri reati, del fratello Tindaro, 28 anni, al momento sottoposto al regime degli arresti domiciliari e di Francesco D’Amico 19 anni, tutti di Milazzo.
Al primo è stata applicata la custodia cautelare in carcere, gli altri due sono stati posti ai domiciliari.
I tre, nel pomeriggio dello scorso 17 novembre, avevano provato ad introdursi all’interno di un’abitazione di Milazzo forzandone una finestra. Avevano però desistito dopo essersi accorti della presenza della padrona di casa.
Poco più tardi, però, avevano riprovato presso un altro immobile in centro, stavolta con successo, riuscendo a trafugare numerosi oggetti preziosi ed oro per un valore di decine di migliaia di euro. A fare da palo all’esterno c’era uno dei due fratelli, Carmelo, subito arrestato in flagranza di reato dagli stessi poliziotti del Commissariato di Milazzo. I due complici, invece, erano riusciti a fuggire.
Le indagini hanno permesso di risalire all’identità degli autori e di ricostruire la dinamica evidenziando le responsabilità di un quarto soggetto, una donna oggi raggiunta dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G., ritenuta responsabile dei reati di favoreggiamento e false dichiarazioni. Quella stessa sera, per depistare le ricerche ed agevolare la fuga dei due ladri, chiamò la sala operativa dei Carabinieri di Milazzo e spacciandosi per altra persona, chiese l’intervento delle Forze dell’Ordine denunciando una rissa in atto con persone armate in un luogo ovviamente distante dalla zona in cui avvenivano i furti.