“Progetto Grano”, prosegue lo sciopero della fame

0
31
Morosito

I parlamentari regionali dell’MPA, sottoscriveranno il Disegno di legge 730 depositato all’ARS, per l’istituzione della moneta complementare denominata “Grano” da utilizzare nel territorio della Regione. Si tratta di una proposta di legge nata dall’iniziativa dell’imprenditore pirainese Giuseppe Pizzino che ha ottenuto numerose adesioni da parte di piccoli imprenditori ed associazioni isolane.
“L’uso di una moneta complementare da affiancare all’Euro e che sostituisca nelle transazioni quotidiane la moneta ufficiale con un tasso di cambio effettivo invariabile – dichiara Toti Lombardo dell’Mpa – è una proposta interessante per offrire a  cittadini ed operatori economici uno strumento per fronteggiare la crisi in atto, segnata da una gravissima carenza di liquidità.”
“Il testo di questo disegno di legge – prosegue il parlamentare del MpA – è certamente perfettibile, ma è importante che questa iniziativa, che nasce da un movimento spontaneo di migliaia di cittadini e dell’associazione Progetto Sicilia, trovi uno sbocco istituzionale nella sede più adatta, che non può che essere l’ARS.”
Intanto per sostenere la battaglia per la moneta complementare, prosegue a Palermo lo sciopero della fame di Pizzino e di altri sostenitori del “Grano”. Sciopero giunto al settimo giorno e che, come fanno sapere gli organizzatori, nel rispetto delle regole permette di bere solo acqua e fino ad un massimo di tre cappuccini al giorno.
“Confermiamo la nostra determinazione nel restare a digiuno fino a quando il DDL 730 non sarà esaminato dal Parlamento”- ha affermato in una nota Pizzino”.