Progetto Sicilia, sciopero della fame davanti l’Ars

0
30
Morosito

E’ il secondo giorno di sciopero della fame davanti alla porta dell’assemblea regionale per Giuseppe Pizzino, Paolo D’Amato e Rosario Romeo, rappresentanti di Progetto Sicilia che chiedono all’Ars di discutere progetto d’iniziativa popolare per l’introduzione della moneta complementare Grano. Oltre diecimila firma sono state depositate a supporto della proposta di legge e lo sciopero della fame è scattato dopo che i promotori hanno appurato che i deputati regionali “non hanno intenzione di prendere in esame la proposta di legge”. Si susseguono gli incontri ma finora tutti senza esito: “Non ci rimane che stare qui – ha affermato l’imprenditore di Piraino –  aspettando che capiscano. Abbiamo così tante volte spiegato dal punto di vista economico la validità della nostra idea, ma loro continuano a sostenere che sia irrealizzabile”.
“In realtà – afferma Ancora Pizzino – questo progetto vuol dire benessere per i siciliani, è una bella soluzione, è l’unica soluzione. Adesso avremo l’addizionale regionale bloccata a 70 euro- continua – da un lato il governo nazionale promette 80 euro e dall’altro quello regionale toglie, è tutta una presa in giro”. Lo sciopero della fame prosegue.