Nasce a Naso il museo dedicato a Francesco Lo Sardo

0
41
Si inaugura il 25 aprile il primo museo dedicato all’onorevole Francesco Lo Sardo (1871-1931) presso il Convento a Naso, suo paese natale, per celebrare la memoria di un comunista martire di libertà, morto di stenti nelle carceri fasciste, che riassume in sé la storia di Sicilia dai fasci siciliani alle camere del lavoro, al pacifismo alla ricostruzione di Messina terremotata, alla rappresentanza parlamentare.
La sala accoglie reperti e i mobili , stile tardo cinquecento, dello studio legale romano da tempo in possesso del comune per eredità testamentaria della famiglia Lo Sardo.
All’origine la proposta di Franca Sinagra Brisca, accolta dal sindaco Daniele Letizia già nell’autunno scorso, per la creazione di un polo museale sugli uomini illustri nasitani nelle sale del restaurato Convento dei Frati Minori. E’ stato possibile cominciare l’allestimento per la Sala Lo Sardo  a partire dal prezioso mobilio  attorno al quale la professoressa Sinagra ha costruito una biografia sintetica, che inizia nel 1886 con la rara foto dei due fratelli Lo Sardo e Noè alla prima uscita de “Il Riscatto” a Messina. Stampe e riproduzioni fotografiche tracciano per grandi linee i momenti salienti del percorso di vita dell’onorevole avvocato, fino alle citazioni celebrative di personalità del dopoguerra.
Morosito