Frana 113, paura passata, si pensa alla viabilità

0
119

Sono tornate a casa le tre persone rimaste miracolosamente illese dopo essere state travolte da una frana mentre transitavano, a bordo di un’autovettura, sulla statale 113 tra Sant’Agata e Torrenova. Solo tanta paura e qualche contusione per la 32enne Melina Liotta di Militello Rosmarino e per il marito 33enne, Luciano Mistretta, Carabiniere. L’uomo, a scopo precauzionale, è stato sottoposto a Tac ieri pomeriggio all’ospedale di Patti, visto che a Sant’Agata l’apparecchio è guasto, poi è stato rimandato a casa. Sta bene anche il figlioletto della coppia, di appena 11 mesi. I coniugi hanno raccontato a familiari ed amici di essersi trovati addosso un fiume di fango e detriti e che, senza nemmeno accorgersene, si sono ritrovati sbattuti contro il guard rail. I due hanno quindi detto di essere stati soccorsi da un uomo di Acquedolci, Maurizio Venuto, architetto della protezione civile, anch’egli in transito, che dopo aver preso il bimbo e sistemato nella propria autovettura ha aiutato moglie e marito a tirarsi fuori dalla macchina incastrata nel fango. Da ieri, intanto, il transito sulla statale 113 tra Sant’Agata e Torrenova è chiuso. Dopo l’intervento di ieri, insieme ai Vigili del Fuoco, stamani sono tornati sul posto gli uomini dell’Anas per un ulteriore sopralluogo. E’ stato verificato che a causare la frana siano state le copiose infiltrazioni di acqua, su un terreno che non ha retto il fortissimo impatto con la bomba d’acqua abbattutasi sulla zona nebroidea. I dati parlano di oltre 60 millimetri di pioggia caduta nel distretto tra Acquedolci e Sant’Agata Militello. I tecnici dell’Anas, coordinati dal geometra Francesco Caccamo, dopo le prime valutazioni dei luoghi predisporranno gli interventi che saranno eseguiti a partire da Lunedì per lo sgombero della sede stradale ed il ripristino delle condizioni di sicurezza. A protezione del costone saranno quindi installate apposite reti paramassi. Secondo le stime, i lavori potrebbero durare per circa una decina di giorni, dunque, verosimilmente per la seconda settimana di Maggio la statale 113 potrebbe essere riaperta al transito.