Santa Lucia del Mela, nasce un centro di ascolto per uomini

0
197

Taglio del nastro sabato a Santa Lucia del Mela nella sede comunale di via  Pietro Nenni.  L’evento è da annoverare tra le più importanti iniziative contro il fenomeno sempre più dilagante del femminicidio.
Dopo l’annuncio, dato circa un mese fa, è stato infatti inaugurato ufficialmente  lo sportello di ascolto per uomini, aperto tuttavia anche alle donne.
Il primo Centro di ascolto per soli uomini  è nato in Emilia Romagna, e precisamente a Modena ed   il modello si è esteso al momento fino a Roma. Un primato, dunque, quello raggiunto a Santa Lucia del Mela, che nel meridione  non ha paragoni.
Si tratta di un primo rivoluzionario aiuto che verrà fornito a tutti coloro   che possiedono la consapevolezza di avere con  la propria donna un approccio “sbagliato”;  Un punto di riferimento per quegli  uomini che hanno bisogno di essere aiutati, ma anche per chi questa consapevolezza non ce l’ha ancora.
Preziosa, ai fini della sua nascita, la collaborazione tra il comune di Santa Lucia del Mela, che ha offerto i locali ed inserito lo sportello in un più ampio progetto di ascolto a tutti i cittadini in difficoltà, lo Studio Horus, che fornirà le professionalità in grado di gestire lo sportello in modo assolutamente gratuito e la Fidapa Merì- Valle del Mela, che ha funto da trait d’union tra questi soggetti, ed ha investito energie, risorse e tempo per il perfezionamento dell’intesa.
Lo sportello si affiancherà ad un altro centro di counseling socio- pedagogico e legale , anch’esso inaugurato ieri, che l’ente guidato dal sindaco, Antonino Campo ha voluto mettere a disposizione di tutti i cittadini luciesi.
Sabato sera, nell’aula consiliare di Santa Lucia del Mela il convegno di presentazione, al quale hanno preso parte, in rappresentanza del distretto Sicilia della Fidapa, la dott. Letizia Bonanno, responsabile della commissione comunicazione e rapporti con la stampa, che ha affiancato la presidente della sezione ospitante, Caterina Mastroeni. In rappresentanza del comune c’erano il sindaco, Antonino Campo e l’assessore alle politiche sociali, Elisabetta Lombardo. Lo Studio Horus era invece rappresentato dal sociologo, dott. Antonino Pino e dalla dott. Elide Cacia, counselor professionista e valida fidapina del Mela. Presenti tra gli altri il dott. Nicola Schepis, pedagogista dirigente del Sert di Milazzo, ed il prof. Clemente Cedro, psichiatra e docente dell’Università di Messina.
Particolarmente commossa la presidente della sezione, Caterina Mastroeni, che si è detta orgogliosa della sinergia realizzata con i partner del progetto. “L’idea di aprire un simile sportello è nata a margine del convegno sul femminicidio, organizzato a giugno del 2013  sempre qui a Santa Lucia con gli stessi soggetti che vedete seduti accanto a me – ha dichiarato Mastroeni –   Da quel momento la sezione Merì-Valle del Mela ha lavorato con un preciso obiettivo, quello di far diventare il nostro piccolo grande sogno, realtà.  Ma la strada è ancora lunga. Ciò che andiamo ad inaugurare stasera – ha proseguito la presidente della sezione –  è un locale, chiamiamolo studio, sportello o punto di ascolto. Un luogo che abbiamo abbellito e reso gradevole, ma che dovremo, da oggi in poi, animare con il nostro contributo, cercando di essere di aiuto a tanti uomini che potranno rivolgersi a noi liberamente. Rispetteremo il loro diritto alla riservatezza, li affiancheremo in percorsi terapeutici o semplicemente cercheremo di dir loro le giuste parole, per farli sentire meno soli. Le nostre porte, ci tengo a dirlo, sono aperte anche alle donne, o alle coppie che insieme decidano di farsi aiutare.”
Lo sportello sarà aperto ogni primo lunedì e ogni ultimo giovedì del mese dalle 16.30 alle 18.30. Per qualsiasi informazione è possibile chiamare al numero 3883716493
Dopo il convegno i presenti si sono trasferiti al piano superiore della sede comunale, ove sono ubicati i due centri di ascolto. Il taglio del  nastro per lo sportello contro il femminicidio è stato affidato al dott. Pino, mentre è toccato al sindaco in persona  inaugurare l’altro centro.