Furto di rame, due romeni arrestati

0
33

Erano riusciti a trafugare nella notte tra sabato e domenica circa 600 chili di cavi elettrici in rame i due cittadini romeni arrestati dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Capo d’Orlando e dalla Sezione di Polizia Stradale di Sant’Agata Militello per i reati di ricettazione e furto. Insieme ad un connazionale minorenne denunciato all’Autorità Giudiziaria per i medesimi reati, ne avevano caricato in macchina 250 chili. Gli altri 350 erano stati invece ben nascosti nell’area adiacente la carreggiata autostradale, mimetizzati nella vegetazione e predisposti ad essere asportati in un secondo momento. Pronti a fuggire, l’autovettura su cui viaggiavano ha però tradito i tre lasciandoli in panne. Intenti a scaricare nuovamente il rame dall’autovettura sono stati sorpresi dai poliziotti. Inutile la fuga a piedi: uno dei due arrestati ed il minorenne sono stati raggiunti nei pressi della stazione ferroviaria di Zappulla, comune di Torrenova, l’altro è stato bloccato lungo la via Consolare Antica di Capo d’Orlando. Rinvenuti sull’auto e sequestrati gli arnesi utilizzati per asportare i cavi elettrici. I due arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.

Radu-IonutPetre-Ionut