Acquedolci, clima rovente in consiglio comunale

0
127

Si fa sempre più rovente il clima politico ad Acquedolci. Nel corso della seduta di ieri sera del consiglio comunale, il sindaco Ciro Gallo ha denunciato di aver subìto un chiaro atto intimidatorio, con il danneggiamento della propria autovettura. Gallo, che ha sporto denuncia contro ignoti al commissariato di Polizia di Sant’Agata Militello, ha raccontato di aver  trovato lo specchietto della macchina, parcheggiata sotto casa, completamente distrutto. L’episodio si è verificato nella notte tra Sabato e Domenica scorsi. Le indagini per risalire all’autore del gesto sono tutt’ora in corso ed a quanto sembra le forze del’ordine potrebbero servirsi anche di alcuni filmati degli impianti di videosorveglianza di locali pubblici ed esercizi commerciali limitrofi all’abitazione del sindaco. Gallo ha deciso quindi di rendere noto l’accaduto in consiglio comunale, ricollegando il danneggiamento subito proprio al clima politico in atto esistente ad Acquedolci. Il primo cittadino, che ha parlato apertamente di indecorosa situazione di rissosità della politica locale. ha poi lasciato intendere di nutrire sospetti che dietro l’azione nei suoi confronti possa addirittura esserci qualche esponente della stessa rappresentanza politica. Che il dibattito politico si fosse comunque acceso ad Acquedolci era già notorio da qualche tempo. Negli ultimi mesi si sono registrate numerose turbolenze all’interno della compagine amministrativa. A Febbraio, l’assessore Benedetto la Monica presentò le sue dimissioni dalla giunta per motivi strettamente personali e professionali, ma a quell’atto seguì la presa di distanze del consigliere Giuseppe Salerno, dichiaratosi indipendente. Sabato scorso, infine, il sindaco comunicò la revoca del’incarico all’assessore Cirino Rotelli, accusato di aver assunto posizioni sempre più isolate e discordanti col resto della maggioranza, che firmò un documento di supporto alla scelta di Gallo di rimuovere Rotelli chiedendo una rivisitazione generale della giunta e del gruppo.

Morosito