Pecunia 2, rinvii a giudizio

0
43

Si è chiusa poco dopo le 19, al Tribunale di Patti la camera di consiglio dell’udienza preliminare relativa all’operazione antiusura Pecunia 2. Il Gup, Ines Rigoli ha rinviato a giudizio con l’accusa di usura in concorso Paolino Sottile, arrestato il 13 settembre dalla Polizia del commissariato di Capo d’Orlando (difeso dall’avvocato Decimo Lo Presti) e  Marcello Restifo, di Alcara Li Fusi, direttore dell’ufficio postale orlandino all’epoca dei fatti(difeso dagli avvocati Giuseppe Lo Presti e Giosuè Giardina). Quest’ultimo venne raggiunto esclusivamente da divieto di dimora a Capo d’Orlando, poi annullato dal Riesame. I due dovranno comparire davanti ai giudici di Patti il 13 giugno per rispondere dei capi di imputazione contestati. Solo uno per il direttore dell’ufficio postale, diversi, invece per Paolino Sottile, editore di un giornalino di irrilevante interesse e che si chiama “Ride bene chi ride ultimo”. Pubblicazione che, secondo le forze dell’ordine, serviva esclusivamente a garantire l’uscita del giornalino per riempirlo di pubblicità. Quanta voluta dai clienti e quanta transitata per celare altri affari (come
interessi per prestiti a strozzo) è l’aspetto che dovrà essere chiarito in udienza.
Accolte le richieste di costituzione di parte civile presentate da due delle vittime individuate nel corso dell’inchiesta dalla Polizia di Capo d’Orlando e rappresentati dagli avvocati Nino Todaro ed Ernesto Parisi.