Patti, sopralluogo alla porta San Michele

0
77
Morosito

Si è svolto un sopralluogo alla Porta San Michele nel centro storico di Patti, sollecitato nei giorni scorsi alla
Sovrintendenza ai Beni Culturali di Messina dall’Assessore al Centro Storico Nicola Molica.
Alla verifica dello stato di sicurezza dell’importante bene storico-artistico della Città di Patti erano
presenti il sindaco, Mauro Aquino, l’Assessore Molica, il comandante della
Polizia municipale Castrense Ganci e Antonello Pettignano della Sovrintendenza di
Messina. Il Sindaco Aquino ha da subito rappresentato a Pettignano le esigenze dei cittadini pattesi, e
in particolare la necessità di riaprire in tempi brevissimi alla viabilità pedonale il tratto di strada di
Porta San Michele. L’Amministrazione comunale, vista la mancanza di fondi da parte
dell’Assessorato regionale, ha dato la propria disponibilità a intervenire con i lavori di restauro
direttamente con fondi comunali, a salvaguardia di un monumento che incarna la storia della nostra
Città. E’ ormai sotto gli occhi di tutti l’interesse e l’attenzione che la politica in genere pone nei
confronti dei Beni Culturali. L’Amministrazione comunale non intende attendere oltre, aspettando
magari il prossimo crollo. Lo stato in cui versa la Villa Romana di Patti, come la maggior parte
delle zone archeologiche in Italia, basti vedere l’ultimo crollo verificatosi pochi giorni fa a Pompei,
ha spinto l’Amministrazione comunale a dover scegliere se salvaguardare un bene che rappresenta
la storia della Città o magari realizzare una strada o un parcheggio. Sulla priorità non v’è stato un
attimo di esitazione. Domani stesso il Comune chiederà formalmente alla Sovrintendenza di
redigere un progetto di ristrutturazione della Porta San Michele e dell’area circostante. Sarà poi
l’ente di Palazzo dell’Aquila ad appaltare i lavori, affidando la direzione degli stessi ai tecnici
esperti della Sovrintendenza. Intanto per consentire il transito pedonale e in particolar modo lo
svolgimento della processione delle Varette, verrà da subito disposto un intervento tampone, al
termine del quale sarà momentaneamente riaperta la strada in attesa dei lavori definitivi di restauro.