“Scurria incompatibile, si dimetta”

0
100

Secondo round della battaglia politica apertasi in consiglio comunale a Sant’Agata Militello e che ha visto al centro dello scontro, nelle ultime settimane, il vice capogruppo del Pd Marco Donato Lemma ed il presidente Antonio Scurria. Uno scontro nato dalla diffusione da parte di Scurria di una conversazione via sms tra i due consiglieri nella quale, denunciava il presidente,  lo stesso Donato  rivendicava la presidenza della IV commissione bilancio usando toni intimidatori nei confronti del consigliere Gumina , poi dimessasi dalla stessa commissione. Agli atti del consiglio comunale di ieri, il consigliere Donato ha quindi presentato una nota nella quale si chiedono le dimissioni di Scurria o, in alternativa, la proposta da parte del consiglio di una mozione di revoca o sfiducia nei suoi confronti, motivata da gravi situazioni d’incompatibilità. Donato nella sua nota precisa come quegli sms contestati avessero un contenuto prettamente politico ed avanza sospetti sul fatto che la rivelazione dei contenuti della conversazione, data in pasto ai consiglieri comunali ed agli organi di stampa, fosse quasi una ritorsione nei suoi confronti per aver presentato, giorni prima, un’interrogazione sugli incarichi affidati all’ing. Contiguglia, finito poi al centro della bufera con l’operazione Camelot. Donato segnala quindi nella sua nota la presenza del nome di Scurria negli atti e nelle intercettazioni della stessa inchiesta sugli appalti. “ E’ veramente grave – scrive Donato – che chi ricopre la carica di Presidente del Consiglio Comunale, non solo non ottemperi alle sue funzioni super partes  ma usi questi mezzi subdoli  per buttare fango su una persona che non ha fatto altro,  e non fa altro che svolgere il suo ruolo di consigliere”. Nel mirino di Donato finiscono quindi anche alcuni incarichi professionali del presidente Scurria ragion per cui, oltre la richiesta di dimissioni o sfiducia, il vice capo gruppo del Pd pone dubbi sulla compatibilità del ruolo di presidente  con la professione di Geologo che lo stesso eserciterebbe nel territorio Comunale, in presunta situazione di grave conflitto d’interessi.

 

Morosito