Serie D: il carattere, la beffa e la conferma…

0
20

Una prova di carattere, una beffa ed una conferma. Ecco spiegata la 24^ fatica stagionale delle formazioni di serie D. Il Due Torri (nella foto),  ritorna alla vittoria dopo quattro mesi e lo fa contro una grande del campionato: la Battipagliese. Ad Antonio Alacqua va il grande merito di aver azzeccato tutto. Infatti se non è stato un capolavoro tattico, poco ci è mancato: squadra ben messa in campo e cambi indovinati. La gara non è stata spettacolare, ma questo passa sicuramente in secondo piano, dopo il risultato acquisito: Franzese porta in vantaggio i suoi al 7’, Teti risponde al 14’. Nella ripresa dopo il capolavoro di Venuti, non c’è stato più nulla da fare. Ed ora la matricola messinese si trova a soli due punti dalla salvezza diretta. Certo il cammino è ancora lungo, ma lo spirito battagliero di ieri lascia ben sperare in un altro miracolo sportivo.

Ancora una rimonta subita, altri punti gettati al vento in pieno recupero, il Città di Messina non riesce proprio a sfatare il “tabù Celeste”. Per l’ennesima volta in questa stagione si fa infatti rimontare in piena zona Cesarini. Ieri è stato il Comprensorio Montalto a pescare nella dotazione casalinga della squadra di Panarello che è andata in vantaggio al 9′ della ripresa con un gran sinistro da fuori di Vella. Al 26′ gli ospiti pareggiano con Gassama. Ancora Vella riporta avanti i giallorossi che però subiscono a tempo scaduto, un dubbio calcio di rigore: Galantucci firma così il definitivo 2-2. L’Orlandina come era nelle previsioni, malgrado il cambio tecnico, non può far nulla a Torre Annunziata. Contro la capolista Savoia la formazione messinese colleziona la quarta sconfitta consecutiva che equivale anche alla peggiore striscia negativa dei bianco azzurri durante la stagione. Nel primo tempo dopo la rete del capocannoniere Scarpa, arriva l’illusorio pari firmato da Frisenda. Illusione appunto, poiché nella ripresa l’undici campano riesce ad archiviare la pratica con la doppietta di Del Sorbo. Angelo Galfano avrà sicuramente molto da lavorare e certamente la classifica non l’aiuta: l’Orlandina è ora a soli due punti dai play out, ma il problema maggiore è se ancora nei giocatori c’è la condizione psicofisica per rispondere alle sollecitazioni che questo complicato torneo domenicalmente propone.

Morosito