Eccellenza, Tiger bloccata

0
102

Poco convinzione, o forse poco convincenti, le protagoniste messinesi impegnate in questa 8° domenica di ritorno. Pochi.. come i punti racimolati nel torneo di Eccellenza, così come le “briciole” raccolte in quello di  Promozione. Nell’elite del dilettantismo regionale, tonfo della capolista Tiger che, questa volta, non è riuscita a conquistare l’intera posta in palio. In casa di una delle formazioni fanalino di coda del gruppo orientale, il Viagrande, i brolesi avrebbero potuto già iniziare a pregustare la vittoria di questo campionato se non fosse stato per lo scialbo 0 a  0 che ha comunque sempre mantenuto i gialloneri al comando della classifica con 53 punti, ma riducendo a 8 il vantaggio dall’inseguitrice Siracusa, corsara proprio al “De Simone” per 3 a 0 contro l’ostico Scordia. Un pareggio che di certo potrebbe non accontentare i brolesi, comunque vicini al fatidico traguardo. E parlando di pareggio, altro scontro senza vincitori né vinti è stato quello andato di scena al Bacigalupo appunto tra Taormina ed Igea Virtus. Una vera e propria prova di forza per gli uomini di Perdicucci che, di rimonta con il solito Isgrò, hanno conquistato un punto prezioso valevole ancora un buon posizionamento nella zona playoff. Ma di certo chi da tempo ha ormai abbandonato queste pretese è l’unica protagonista messinese del Girone A, il Rocca, che dopo lo sprint ad inizio campionato si è trovata magicamente catapultata nella “zona rossa”, Dopo l’avvento del neofito Campofranco, “scovato” con le dimissioni di Bongiovanni, i biancoazzurri sono tornati ad “espugnare” il Nuovo Comunale battendo la quarta della classe, la Parmonval. A regalare la gioia dei tre punti ci hanno pensato F. Bontempo e Zingales fissando il 2 a 1 finale. Dopo l’ultima vittoria interna di tre mesi fa contro l’Alcamo i leoni biancoazurri tornano a sorridere proprio col cambio della guardia..  “Destino” o no.. “coincidenza” o no.. questo.. si vedrà solo nelle prossime puntate.  E mentre c’è chi lotta per non retrocedere, in promozione sono più le messinese che al contrario si contendono il famigerato salto di categoria. Nel girone B infatti, le tre primatiste non hanno del tutto delineato l’epilogo del loro cammino. Nell’attesissimo bigmatch di vertice tra Castelbuonese e Città di Milazzo, nessuno ha deluso le aspettative: tanto spettacolo, tanti gol e come è ovvio che sia.. una bella “X” finale. Uno spettacolo che ha avuto fine solamente al 94’ quando i padroni di casa dopo il doppio vantaggio mamertino di Cariolo e del solito Parisi, riescono a pareggiare i conti sul 2 a 2 finale. Castelbuonese che si porta a quota 52, ad un punto dalla più vicina dirimpettaia Taormina e a 5 punti proprio dal Milazzo. Infine giornata “piena” solamente per la Santangiolese che con un tennistico 6 a 0 fa fuori il Villafranca.

Morosito