Liceo Capo d’Orlando, i docenti si schierano con la Preside

0
30
Morosito

Arriva ad una settimana dalle “bordate” del sindaco alla preside del Liceo Lucio Piccolo la risposta del Collegio dei Docenti a quello che è diventato un duro scontro tra amministrazione comunale e istituto. Oggetto dell’attacco da parte del sindaco, che non usò parole tenere contro la dirigente scolastica, la decisione di quest’ultima di tenere conto delle assenze dei ragazzi che a dicembre occuparono la scuola.
“Riteniamo inaccettabile il tono delle dichiarazioni del primo cittadino- affermano il collegio docenti- che definisce “infame” il comportamento dei vertici della Scuola in merito a una presunta “punizione” che a suo dire avrebbe colpito gli studenti coinvolti nelle manifestazioni dello scorso Dicembre”.
“Simili aggettivi- aggiungono- rimandano a contesti ben diversi dalle normali relazioni tra istituzioni che, ciascuna con le proprie competenze, rappresentano lo Stato sul territorio. Ci sorprende poi che egli si arroghi il diritto di distribuire e revocare patenti di eccellenza alle diverse scuole sulla base delle sue personali valutazioni”.

“Ma al di là delle sgradevoli dichiarazioni del Sindaco- aggiungono gli insegnanti- desideriamo ribadire che nessun alunno della nostra scuola è stato “punito”. I Consigli di Classe che hanno attribuito le valutazioni quadrimestrali, incluso il voto di condotta, hanno agito con la consueta professionalità, tenendo conto della legislazione vigente e dei criteri previsti dal Piano dell’Offerta Formativa nell’ambito dell’autonomia scolastica. Qualsiasi altra interpretazione dell’operato della Scuola è priva di fondamento”