Brolo: tra buoni libro, indennità e contributi

0
102
Morosito

Di questi tempi, dallo scandalo dei mutui in poi, tutto fa rumore a Brolo. Dalle voci fantasiose dei bar alle macchine in sosta davanti al Comune. Ha fatto rumore, e tanto, la pubblicazione sul sito internet di Canale Sicilia delle indennità degli amministratori oltre ai pagamenti effettuati ad alcune imprese e ai contributi erogati alle società sportive. Indennità percepite in maniera assolutamente legittima, è ovvio, anche se rimane qualche stranezza da chiarire come 4500 euro di “buoni libro” pagati nel 2011 all’assessore Magistro, 5700 euro di non meglio specificato “Saldo Trasporto” e 2700 euro nell’anno 2009 di “rimborso somme”.
Poi c’è il capitolo dedicato ai contributi delle società sportive. Sono tre quelle che gravitano nell’orbita della pallavolo: Volley Mar Tirreno, Lair Sport e Volley Brolo srl costituita dal momento del ripescaggio in serie A2. Tutte facilmente riconducibili all’ex sindaco Salvo Messina (che ha assunto la presidenza della società nel 2009). Le tre società, dal marzo 1999 al settembre del 2013, hanno ricevuto dal Comune di Brolo un milione di euro tondo tondo. In particolare, la Volley Brolo srl, costituita con il ripescaggio in serie A2, ha percepito 65 mila euro scaglionati in soli in tre mesi, da giugno a settembre 2012.
Come si evince dai documenti pubblicati da Canale Sicilia, poi, la Lair Sport, società madre della pallavolo fino al ripescaggio, invece, solo nell’anno 2012 ha ottenuto 225mila euro di contributi dal Comune di Brolo. Pagamenti abbastanza regolari, ad un mese di distanza uno dall’altro. All’apparenza tutto legittimo e pacifico, se non fosse che molti creditori attendono da anni di essere pagati.