“Irregolarità a Sinagra”, dossier di Rita Borsellino al Prefetto

0
28
Morosito

“Irregolarità e inadempienze da parte dell’amministrazione comunale di Sinagra”, “gestione poco trasparente del bilancio 2013” e “nomine di consulenti esterni avvenute con modalità poco chiare”. Le dure accuse sono firmate dall’eurodeputato Rita Borsellino che ha inviato al Prefetto di Messina un dossier su presunte irregolarità e violazioni compiute dall’Amministrazione guidata da Enza Maccora. “Mi auguro di ricevere una risposta dal prefetto alla mia richiesta di verifica degli atti al Comune di Sinagra”, scrive la Borsellino. Ma la presa di posizione dell’eurodeputato giunge al culmine di un acceso scontro politico che vede contrapposte il sindaco Enza Maccora e il vicepresidente del consiglio Daniela Spanò, dichiaratisi indipendente dopo il voto contrario espresso sul bilancio preventivo nello scorso dicembre. “Chiedo solo trasparenza – afferma il vicepresidente Spanò – sul bilancio non mi sono stati consegnati i documenti che avevo chiesto mentre per quanto riguarda le nomine sappiamo chi e come è stato nominato”. Le pietre dello scandalo riguardano gli incarichi di consulenza esterna: ai lavori pubblici l’ingegner Antonino Maccora, ex sindaco e zio dell’attuale primo cittadino, al turismo Carmelo Radici, figlio di un dirigente del Comune e Carmelo Giglia che si occupa di programmazione e bandi pubblici. “Ma Giglia non ha incarico di esperto – precisa il Sindaco Enza Maccora – è solo il responsabile dell’ufficio informazioni con il compito di aggiornare il sito internet del Comune sui bandi di interesse pubblico. Ma tutti gli atti assunti da questa amministrazione sono assolutamente legittimi – prosegue il Sindaco – e abbiamo già inviato corposa documentazione al Prefetto prima ancora dell’intervento dell’onorevole Borsellino. Siamo molto sereni sull’attività amministrativa, siamo invece preoccupati per gli uffici comunali, che invece di occuparsi della comunità, sono ingolfati dalle decine di richieste quotidiane del consigliere Spanò”.