“Capo d’Orlando pratica già il risparmio energetico”

0
77

“Capo d’Orlando è tra i Comuni siciliani più all’avanguardia in tema di risparmio energetico e per questo non ha bisogno di spegnere le luci per un’ora in quanto risparmia corrente  e tutela l’ambiente tutto l’anno”. E’ questa la replica del vice sindaco Aldo Leggio a quanti sollecitavano lo spegnimento delle luci nell’isola pedonale per l’iniziativa nazionale “m’illumino di meno”. “I temi dell’iniziativa- spiega Leggio- sono assolutamente condivisibili ma è come chiedere a chi ha un’auto elettrica di lasciare a casa l’auto per non inquinare con i motori a diesel”
Poi Leggio entra nel merito di quanto fatto in tema di risparmio energetico in questi anni.

“Proprio in questi giorni- spiega Leggio- stiamo completando l’installazione di oltre 800 nuovi corpi illuminanti in led sui pali della pubblica illuminazione. La nuova tecnologia che permette non solo di migliorare la visibilità nelle nostre strade, ma anche di ridurre drasticamente i costi. Le nuove plafoniere in led sono state sostituite nei pali della pubblica illuminazione della via Trazzera Marina, Consolare Antica, Torrente Forno ed in tutti i pali alti del centro del paese. Capo d’Orlando già dal 2010 ha cominciato ad investire sulle energie alternative. Su tutti gli edifici pubblici sono installati impianti fotovoltaici per un totale di 570 Kwp. Grazie a questi, abbiamo una produzione annua di 830.000 Kwh, un consistente risparmio economico, ma anche e soprattutto rispetto ambientale. Così facendo infatti, evitiamo di immettere nell’atmosfera 440 tonnellate annue di CO2 e risparmiamo anche di bruciare 160 tonnellate di petrolio. Con i finanziamenti ottenuti nell’anno 2013, per complessivi € 2.700.000,00 che ci permetteranno oltre a migliorare qualitativamente le strutture scolastiche, secondo i dati dell’Irfis immetteremo nell’atmosfera 42 tonnellate in meno di CO2, con un risparmio di ben 12 tonnellate di petrolio. La leadership di Capo d’Orlando nella nostra Regione per quanto riguarda la tematica <<risparmio energetico>> è anche testimoniata dal progetto sperimentale del CNR a cui siamo stati invitati a partecipare. Infatti insieme a Palermo ed Agrigento qui sarà realizzato lo <<Smart City>>. Un impianto di produzione alternativo eolico e solare che servirà ad un più ampio piano di mobilità urbana. A tal proposito, infine, ricordiamo che già da qualche anno è attivo (il primo in Sicilia) servizio di <<bike sharing>> a energia solare. Possiamo quindi affermare che Capo d’Orlando grazie al lavoro di programmazione politico amministrativo è sempre più punto di riferimento anche nelle tematiche energetiche ambientali”.

Morosito