Mafia, sequestro di beni ad imprenditore vicino ai “mistrettesi”

0
63

La Direzione investigativa antimafia (Dia) di Messina ha eseguito un provvedimento di sequestro beni e quote societarie per un valore di circa 3,5 milioni di euro, emesso dalla Sezione misure di prevenzione di pubblica sicurezza del tribunale di Messina, a carico di un imprenditore considerato appartenente al cosiddetto ‘Gruppo di Mistretta’, cosca mafiosa operante nella zona tirrenica e nebroidea della provincia messinese. I particolari dell’operazione saranno resi noti alle 10:30 nel corso di una conferenza stampa alla Dia, tenuta dal procuratore capo di Messina Guido Lo Forte.

Morosito