Via libera alle zone franche urbane in Sicilia

0
115
Morosito

Via libera alle zone franche urbane della Sicilia, 18 in totale, due in provincia di Messina: la città capoluogo e Barcellona Pozzo di Gotto. Saranno disponibili complessivamente circa 182 milioni di euro, con agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali e contributive in favore di imprese di micro e piccola dimensione. Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate dalle ore 12:00 del 5 marzo 2014 e fino alle ore 12:00 del 23 maggio 2014. Per quel che concerne Barcellona, il progetto della zona franca urbana (nella foto), inizialmente lanciato dall’amministrazione Nania, è stato ripreso e sostenuto dall’attuale amministrazione. E’ stato già presentato ufficialmente in un confronto con associazioni dei commercianti, imprenditori e sindacati. Per Barcellona sono state individuate sub aree che usufruiranno di maggiori incentivi. Tra queste c’è la zona artigianale. “Finalmente le Zone franche urbane in Sicilia diventano realtà”. Lo dice il senatore del Pd Giuseppe Lumia, commentando la pubblicazione del bando da parte del Ministero dello sviluppo economico. “Le imprese – aggiunge – che sono insediate o che si insedieranno nelle Zone franche urbane siciliane riceveranno agevolazioni fiscali e contributive. Si tratta di uno strumento di sviluppo a cui lavoriamo da tempo e che abbiamo voluto con determinazione, perchè rappresenta un’importante opportunità per la crescita economica ed occupazionale dei territori”.