Rischia di crollare la Provinciale Capo d’Orlando-San Gregorio

0
109

Si fa più concreto, con le mareggiate, peraltro non violentissime di questi giorni, il rischio di isolamento tra il centro urbano e la frazione di San Gregorio. Da questa mattina, infatti, nuovi pericolosi avvallamenti hanno fatto la loro comparsa lungo la strada provinciale 147 dove a due anni di distanza dalla richiesta di intervento urgente avanzata all’amministrazione comunale alla Provincia Regionale di Messina, non è stato effettuato alcun intervento per la soluzione dei problemi di cedimento causati dal sifonamento del sottofondo stradale. In pratica il mare si è ormai stabilmente incuneato tra il terreno che sostiene la strada, svuotandone la base.
“La Provincia – dichiara il consulente del sindaco, l’architetto Mario Valenti, che ha seguito la pratica – aveva eseguito un intervento tampone con la posa in opera di alcuni massi naturali al piede del muro, senza però nessuna risoluzione del problema. Con la nota di due anni fa avevamo già suggerito una ipotesi di intervento atto a garantire una ricolmatura al piede del muro stesso, in modo da evitare i continui sifonamenti causati dalle mareggiate. Nessun riscontro è però pervenuto da parte degli uffici preposti e con il ripetersi dei marosi il problema si aggrava. Il nostro timore è che la strada ceda al punto da diventare intransitabile”.
Così, sullo sfondo, si profila un nuovo braccio di ferro tra il comune e la provincia (ente privo di guida politica dopo il pasticcio del commissariamento-scioglimento)  con il sindaco Enzo Sindoni che nei mesi scorsi era tornato a minacciare interventi in danno dell’ente. Lavori da eseguire con ordinanza presentando il conto da pagare alla provincia che è proprietaria della strada

 

Morosito