Capo d’Orlando, incontro per il cunettone di Santa Lucia

0
43

Se entro la prossima settimana la Provincia di Messina non inizierà gli interventi, sarà il comune ad emettere ordinanza in danno per far partire i lavori di sistemazione del cunettone in via Consolare Antica, rimuovendo uno dei pericoli più consistenti di danni da allagamento in caso di forti piogge.
E’ dunque un nuovo duello quello che si apre tra l’Amministrazione comunale e l’ente sulla carta sciolto ed affidato ad un commissario.
La scadenza l’ha fissata il vice sindaco, Aldo Sergio Leggio che ha preso parte alla conferenza dei servizi svoltasi ieri con Anas, Genio Civile e Provincia (ed ovviamente il comune) dopo che il sindaco di Capo d’Orlando aveva chiesto alla Provincia di intervenire urgentemente per la pulitura e la stasatura del cunettone che dovrebbe permettere il deflusso delle acque meteoriche in un tratto di Consolare Antica, nelle vicinanze della scuola di Santa Lucia. Una zona che già in occasione di forti piogge, si è trovata in sofferenza. Negli ultimi anni nell’area infatti si sono verificati già allagamenti di pianterreni e scantinati con importanti danni economici.
Nel corso del sopralluogo sono state verificate le cause dell’intasamento del cunettone realizzato negli anni ’70 e che sono riconducibili anche al mancato convogliamento delle acque meteoriche sulla Statale 113 che si trova a monte (dunque di competenza Anas) e della caduta di fango e detriti dalla colline sovrastante (competenza Genio Civile).
Quindi si è deciso di programmare interventi strutturali che avranno tempi lunghi e costi più alti.
“Per noi va benissimo che si risolva in maniera definitiva il problema ma nel frattempo la Provincia non può far finta di niente – accusa il vice sindaco ed assessore ai lavori pubblici Aldo Sergio Leggio – la criticità di questo cunettone è già nota da tempo e quindi, in previsione dei prossimi mesi, delle possibili abbondanti piogge è indispensabile un intervento immediato. Quindi Messina deve provvedere alla immediata pulizia del cunettone altrimenti la prossima settimana lo faremo con i nostri operai mandando il conto alla Provincia alla quale chiediamo, in tempi rapidi, anche una piccola vasca di decantazione ed altri piccoli interventi propedeutici ad altri lavori più grossi”.

 

Morosito