Milazzo, vertice sul suolo pubblico

0
41

Vertice tra il sindaco di Milazzo Carmelo Pino ed il comandante della polizia municipale, Giuseppa Puleo a palazzo dell’Aquila. Oggetto dell’incontro una serie di interventi finalizzati a verificare il rispetto della normativa in materia di decoro e gestione del suolo pubblico. Infatti lo scorso 31 dicembre sono scadute gran parte delle autorizzazioni concesse dal Comune per l’uso del suolo pubblico, ossia spazi di ritrovi pubblici (bar, ristoranti, pizzerie).
Nell’ottica di una collaborazione con i cittadini ed in ossequio a quanto previsto nella nuova banca dati che è stata realizzata in questi anni al fine di contrastare la lotta all’evasione, è stato deciso di avviare in questa prima fase una attività di informazione agli interessati, chiedendo loro di regolarizzare la situazione. Analoghi controlli riguarderanno gli abusivi che spesso occupano strade e marciapiedi per vendere frutta ed altri beni. Altri controlli riguarderanno il rispetto del divieto di sosta in prossimità degli scivoli realizzati per abbattere le barriere architettoniche e che spesso risultato ostruiti dalle autovetture, nonché il corretto uso del disco orario. L’attività di controllo e vigilanza che il Comune sta portando avanti – si fa notare a palazzo dell’Aquila – è partita a conclusione delle festività natalizie e con largo anticipo rispetto alla stagione estiva proprio per evitare successivi interventi penalizzanti. Per questo è stata auspicata anche la collaborazione dei cittadini. “Una città turistica cresce – ha detto il sindaco Carmelo Pino – solo se si lasciano alle spalle situazioni di anarchia, determinate magari da eccessi di tolleranza che hanno finito col provocare l’assenza di controlli e quindi non solo il mancato introito di somme dovute al Comune ma anche la possibilità di realizzare tutto ed il contrario di tutto.  In questi tre anni la situazione è notevolmente cambiata rispetto al passato, ma occorre mantenere una attenzione costante perché è intendimento di questa Amministrazione incentivare il turismo e la fruibilità dei locali, anche attraverso il rilascio di spazi pubblici agli esercenti”. Monitoraggio dunque a 360 gradi per il rispetto delle regole e delle condizioni idonee al rispetto del decoro urbano e invito ai titolari dei ritrovi a mettersi in regola, al fine di evitare sanzioni nella consapevolezza che il suo pubblico rappresenta per l’esercente uno di quei tanti oneri da sostenere per poter svolgere nel modo migliore la propria attività commerciale.