Sant’Angelo di Brolo, a mensa la polemica è servita

0
47

Dimissioni dell’Assessore alla pubblica istruzione e la richiesta di una conferenza dei capi gruppo per discutere dei disservizi della mensa comunale. A chiederlo sono i consiglieri di opposizione di Sant’Angelo di Brolo Catia Giuliano, Antonino Bonina, Michelangelo Di Nunzio, Giuseppe Caruso, Giuseppe Rigenerati e Diego Ferraro. I consiglieri hanno denunciato alcuni problemi verificatisi nella mensa scolastica al Prefetto, alla Dirigente dell’Istituto comprensivo, al responsabile SIAN ed al Presidente della Commissione genitori. Secondo quanto riportato dagli stessi consiglieri, nei giorni scorsi, sulla tavola dei bambini sono state servite bottiglie di acqua infestate da parassiti. Inoltre i consiglieri accusano l’amministrazione di non rispettare la programmazione settimanale del menù e di non garantire sufficienti controlli ai cibi serviti in mensa, di non prevedere ogni giorno un piatto alternativo a quello proposto e di non integrare i pasti con ulteriori proteine, come polpettine di carne. I consiglieri chiedono che siano i diretti interessati (alunni e corpo docenti) ad esprime il giudizio sull’accaduto e sui cibi che giornalmente vengono serviti a mensa. “Se parla sempre delle stesse cose, la minoranza è evidentemente a corto di argomenti – replica il sindaco Basilio Caruso. Le bottiglie d’acqua sono tutte sigillate e solo in una mi risulta sia stata trovata una larva attaccata all’esterno del tappo. I parassiti sono un’altra cosa. Per il resto, seguiamo la tabella alimentare dell’Asp 5 e svolgiamo controlli regolari sulla qualità dei cibi”.