Terme Vigliatore, Giambò nuovo vicesindaco

0
85

E’ stato completato, con l’attribuzione delle deleghe e della carica di vice sindaco, il rimpasto nell’esecutivo di Bartolo Cipriano, anche a seguito delle dimissioni, del 2 gennaio scorso, dell’assessore, Antonino Giambò. L’unica modifica sostanziale, dopo le richieste del movimento “Nuova Rinascita”, è stata l’incarico di vice sindaco, ricoperto fino a ieri da Florinda Duci, attribuito adesso all’assessore, Antonino Giambò (omonimo del dimissionario). Per il resto, tutto o quasi, è come prima. Antonino Giambò mantiene le deleghe all’agricoltura e allo sviluppo economico, ottenendo in più il personale ed il centro servizi territoriali, che erano di competenza del sindaco. Luigi Bruno Crisafulli, oltre alle deleghe alla programmazione economico-finanziaria, fiere e mercati, tributi, patrimonio, politiche energetiche, servizi informatici, legalità e trasparenza, ha ottenuto anche il commercio, che prima era curato dall’ex assessore Giambò. Florinda Duci si occuperà ancora di turismo, sport, spettacolo e pari opportunità e infine Domenico Genovese, che ha mantenuto la carica di consigliere comunale, avrà le deleghe dell’assessore dimissionario e cioè pubblica istruzione, servizi sociali, beni culturali, sanità e protezione civile, con in più i cimiteri, che era una delega del sindaco Cipriano. Quest’ultimo mantiene le deleghe ai lavori pubblici, urbanistica e contenzioso. Da segnalare infine la prossima nomina di Angelo Sottile ad esperto del sindaco a titolo gratuito nel settore della spending review.

di Massimo Natoli

Morosito