Crack Aias, due nuove parti civili

0
61
Morosito

Due nuove parti civili nel processo sul crack finanziario della sezione Aias di Barcellona. Li ha ammessi il giudice monocratico, Fabio Gugliotta, in relazione alla richiesta della giunta nazionale Aias e del commissario straordinario dell’Aias di Barcellona. Indagato di appropriazione indebita di denaro e truffa per circa 900 mila euro, l’ex presidente Aias, il commercialista, Luigi La Rosa, commessi ai danni dell’Aias di Milazzo. I fatti si riferiscono agli anni 2007, 2009 e 2010, in quest’utimo anno, poi, si avviò il commissariamento della sezione mamertina. L’avvocato Sebastiano Fazio, difensore di La Rosa, aveva eccepito il rigetto delle costituzioni, poiché, a parere del difensore, non risultavano le delibere che autorizzavano i due enti a costituirsi parte civile. Questi documenti, invece, sono stati depositati dall’avvocato, Vito Pirrone, che ha chiesto al giudice Gugliotta anche venga disposta una perizia contabile – che si aggiungerebbe a quella che è agli atti, disposta dalla Procura – sulla base dei nuovi documenti forniti dalle parti civili, su bilanci, cartelle esattoriali, tributi e prestiti. Su quest’ultima richiesta, che dovrebbe determinare di seguito la nomina di un perito, il giudice si è riservato la decisione, che potrebbe arrivare nel corso della fase dibattimentale. Il processo proseguirà ora il 20 maggio e l’11 giugno prossimi, per sentire i testi dell’accusa e delle parti civili.