I Nebrodi diventano Presepe

0
91
Morosito

Ancora un successo per il presepe vivente di Militello Rosmarino. La rappresentazione della natività è stata messa in scena in 33 siti nel centro storico medievale di Militello. Allestiti anche due punti di degustazione. Le stradine e il borgo storico post medievale sono state allestite per ospitare i mestieri tipici di fine ‘800/inizio ‘900. I magazzini, perfettamente conservatisi, hanno accolto numerose attività: la Ceramista, l’Intagliatore, le Ricamatrici, la Saponaia, il Palmento, il Barbiere, i Sellai, la Caseificazione, i Cestai, le Tessitrici al telaio, il Sarto, la Pittrice, il Maestro di scuola e numerosi altri ancora. La natività è stata ospitata all’interno dell’arco del castello che sovrasta il centro storico. Il presepe vivente di Militello Rosmarino verrà replicato domani sera a partire dalle 21.
E sempre domani torna il tradizionale appuntamento con “Piraino Paese Presepe” con il centro storico trasformato letteralmente nella rappresentazione animata della Natività, grazie al coinvolgimento dell’intera comunità. A Piraino, l’appuntamento con la XV edizione di “Paese Presepe” è per ore 17. Centinaia saranno i personaggi impegnati, tutti in costumi d’epoca e immersi in ambientazioni rievocative ricostruite con scrupolo fra vecchie dimore e palazzi nobiliari. Il 6 gennaio, invece, la chiusura delle manifestazioni natalizie vivrà il suo momento principale a Montalbano Elicona  con il presepe vivente, in passato già premiato come miglior presepe di Sicilia, che avrà inizio ore 17,30.  Le pietre antiche del borgo medievale di Montalbano tornano a vivere nell’atmosfera magica del Natale che, come ogni anno, si veste con la pelle dei pastori, con le tuniche degli artigiani e con costumi broccati d’oriente.