San Salvatore di Fitalia, bilancio approvato

0
76

Il Consiglio Comunale di San Salvatore di Fitalia ha approvato il bilancio preventivo. Soddisfatto il Sindaco Giuseppe Pizzolante: “Nonostante le gravi ed evidenti difficoltà si è riusciti a mantenere e  garantire tutti i servizi erogati negli anni precedenti, come ad esempio la mensa scolastica per gli alunni delle scuole, il trasporto integrativo urbano, l’assistenza domiciliare per gli anziani, il bonus bebè comunale, il trasporto interurbano degli alunni delle scuole superiori, non chiedendo per quest’ultimo la compartecipazione finanziaria delle famiglie, già abbondantemente tartassate dallo Stato Centrale”. Inoltre – prosegue Pizzolante – “il Comune fitalese può vantare di avere gestito con oculatezza le casse comunali, non avendo attivato nel 2013 le misure previste dal Decreto 35 per il pagamento dei debiti certi ed esigibili dei Comuni, e di essere riuscito a pagare regolarmente il salario ai propri dipendenti di ruolo e precari”. “Nessuna tassa è stata aumentata – afferma il Sindaco – tant’è vero che anche l’aliquota IRPEF comunale è stata mantenuta allo 0,5 e anche le bollette TARES risultano inferiori alla TIA degli anni precedenti”. Nella seduta del 17 dicembre – precisa il Sindaco- oltre al bilancio di previsione, votato dal gruppo di maggioranza, composto dai consiglieri Pettignano, Celesti, Zumbino, Ventimiglia Rosa, Mileti, Lollo a cui si è aggiunto il consigliere comunale indipendente Lombardo e con l’astensione dei due soli consiglieri di minoranza presenti ( Scurria e Noto), il civico consesso ha deliberato la richiesta di inclusione del proprio Comune all’interno  del Parco dei Nebrodi.
La soddisfazione maggiore- conclude il Sindaco Pizzolante – deriva dalla “ritrovata armonia, dovuta al superamento degli ostacoli che hanno talvolta caratterizzato il percorso amministrativo, ostacoli aggirati e superati grazie all’intelligenza, al buonsenso, all’umiltà di un gruppo, quello di Nuovi Orizzonti, che si avvia alla conclusione del mandato unito e coeso, privo di fratture, così com’era stato voluto già nel 2009 dai cittadini di San Salvatore di Fitalia”.

Ma il gruppo di opposizione, rappresentato nella seduta dai consiglieri Scurria e Noto, fa presente di essersi astenuto per   “l’eccesivo ritardo dell’amministrazione nella presentazione del Bilancio di previsione arrivato in aula il 27 dicembre 2013, ben oltre il termine ultimo del 30/11/2013 facendo diventare di fatto il bilancio di previsione un bilancio consuntivo, cosa che ha impedito qualsiasi azione mancando solo 4 giorni alla chiusura dell’anno ed ha consentito al sindaco di fare e disfare a suo piacimento per tutto l’anno impedendo di fatto tutti i controlli”. In merito all’abbassamento delle tasse “anche l’opposizione ha fatto la sua parte, come l’abbattimento delle aliquote IMU proposta dall’opposizione contro la quale il Sindaco  ha fatto ricorso al TAR ed è stato sconfitto su tutta la linea con aggravio di spese per l’ente che dovrebbe pagare con il suo compenso come promesso”. “In merito alla delibera relativa all’ingresso del Comune nell’Ente Parco dei Nebrodi – affermano i consiglieri di opposizione – ci siamo astenuti in quanto la delibera era superficiale e vaga sia nella parte riguardante i vincoli sull’area prescelta sia per la mancanza di un progetto ben definito relativo alla ricaduta economica/turistica per il comune di San Salvatore, ma soprattutto perché non crediamo più alle favole raccontate dal Sindaco relative alla possibilità di finanziamenti e/o posti di lavoro sempre promessi e mai arrivati dalla Regione Sicilia”. In sintesi – afferma il gruppo d’opposizione – “la maggioranza a San Salvatore ha approvato un Bilancio senz’anima privo di speranze dove è presente solo lo stretto necessario nella parte uscite e solo tasse nella parte entrate. In merito alla compattezza del gruppo di maggioranza non ci risultano ad oggi dichiarazioni del consigliere Lombardo, ex vicepresidente del consiglio, relative al suo rientro nel gruppo di maggioranza”.