Parco dei Nebrodi, tra bilancio e futuro

0
40

La crisi è alle spalle, nel futuro ci sono progetti di grande ambizione all’insegna dell’apertura verso il territorio. E’ un messaggio di positività quello lanciato dal presidente del parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci, nel suo incontro di fine anno con la stampa. Il 2013, secondo Antoci,  è stato un vero e proprio spartiacque nella storia del  Parco che non solo è riuscito a tirarsi fuori dalle difficoltà economiche ma sta finalmente predisponendo per il futuro progetti di grande risvolto. Tra le iniziative intraprese, lo sviluppo dei progetti della banca del germoplasma e dei grifoni, le intese con le pro loco, i consorzi turistici e la camera di commercio. Di grande fascino, la richiesta di annessione nell’elenco dei patrimoni dell’umanità del’Unesco. Ma nel 2014 del Parco, su tutte, c’è la grande scommessa dell’annessione di nuovi 25 comuni che trasformerebbero quella dei Nebrodi nell’area protetta più grande d’Italia.  Infine, il presidente del Parco ha presentato i componenti del nucleo di valutazione interna appena nominato e composto dai professionisti Giuseppe Ricciardi, Sara La Rosa e Calogero Cannella.