Capo d’Orlando, il bilancio del Sindaco

0
19

Fine anno come sempre è tempo di bilanci. Così, il Sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni ha voluto ripercorrere l’attività amministrativa del 2013. Il primo cittadino ha individuato le cose più significative che ci sono state durante l’anno che tra poche ore andrà via.

  1. Sicurezza e miglioramento del territorio: Allaccio metanodotto, nascita sede della Protezione Civile.
  2. Economia: Riduzione delle tasse (loculi cimitero, acqua, rifiuti), mentre restano gratis, mense e trasporto urbano.
  3. Sport: costruzione e inaugurazione Palestra località Pissi, avvio lavori piazzetta Trifilò (avanzamento lavori centro polivalente zona F.P. Merendino).
  4. Promozione del territorio: Frecce Tricolori e Little Sicily.
  5. 5.      Attività ludico – ricreativa: Miss Sicilia, promozione in serie D, Orlandina calcio.

“Alcuni risultati importanti meritano di essere ricordati – ha commentato il Sindaco Enzo Sindoni – in un anno pieno di successi per Capo d’Orlando, ed anche se sceglierli è difficile, provo a farlo: dalla realizzazione del feeder di allaccio del metano alla rete, all’apertura della sede di protezione civile; dalla realizzazione di Little Sicily, al prestigioso ritorno delle Frecce Tricolore; dall’apertura della palestra di c/da Pissi, all’avvio dei lavori per i campetti di piazza Trifilò e degli impianti adiacenti i Merendino. Ma soprattutto mi piace evidenziare la notevole riduzione della tassa sui rifiuti, la riduzione del costo di numerosi servizi comunali (dall’acquedotto al cimitero) e l’assenza di qualsiasi aumento sulle tasse comunali. Positivi anche eventi estranei alla nostra attività, dall’elezione di Federica Lazzara a miss Sicilia, alla promozione in serie D dell’Orlandina. Insomma un anno che avremmo potuto definire positivo sapendo di avere compiuto il nostro dovere e garantito a tutti dignità e sicurezza anche mediante sevizi sociali sicuramente secondi a nessuno in Italia e resi gratuitamente: dalle assistenze domiciliari, a quelle lavorative, fino alle mense scolastiche. Ma la fumata bianca sui lavori di completamento del porto, oltre a rendermi felice, rendono il 2013 un anno straordinario. Il nostro paese è sempre più il punto di riferimento per  tantissimi cittadini della zona tirrenico-nebroidea. Possiamo realmente guardare al futuro con ottimismo: il via libera dell’Unione Europea al completamento del porto è un regalo di fine anno che ci permette di alzare ulteriormente il nostro orizzonte. Auguri di un tenace 2014”.  

Morosito