Sant’Agata Militello, consiglieri in attesa del Cga

0
24

Lo scontro politico a Sant’Agata Militello non va in soffitta nemmeno negli ultimi giorni del 2013. Per i primi mesi del nuovo anno è attesa la pronuncia del consiglio di giustizia amministrativa di Palermo che esaminerà il ricorso proposto dalla candidata del Pd Rita Fachile, prima dei non eletti nella sua lista alle ultime elezioni amministrative. La Fachile, ha fatto appello al Cga contro la sentenza di rigetto del ricorso proposto al Tar di Catania, cui il mancato consigliere aveva chiesto la revoca del verbale di proclamazione degli eletti al consiglio comunale. In pratica la Fachile chiede l’attribuzione del premio di maggioranza alla coalizione a sostegno del sindaco eletto Carmelo Sottile, che in aula può contare su 9 consiglieri contro gli undici eletti della maggioranza. Come in occasione del ricorso al Tar, i consiglieri di maggioranza Barbuzza, Befumo, D’Angelo, Fazio, Gumina, Ortoleva, Sanna ed il presidente del consiglio Antonio Scurria, hanno presentato le proprie costituzioni in giudizio. La candidata Fachile, nel suo ricorso propone una serie di contestazioni di erroneità, illogicità, irragionevolezza, abnormità, incoerenza sistematica della sentenza del Tar ed ancora, violazioni dei principi di uguaglianza, buon andamento dell’amministrazione, vizio di omessa pronuncia, riguardo l’eccezione delle due sole coalizioni in concorso per l’attribuzione dei seggi e violazioni di legge, da parte del Tar, nella negazione del premio di maggioranza previsto per legge e del principio stesso del voto disgiunto.  Il Cga non ha ancora fissato la data dell’udienza, ma di certo il 2014 scriverà la parola fine alla coda giudiziaria legata alle amministrative di Sant’Agata Militello.