L’Upea domina e poi rischia. Alla fine, però, batte Jesi

0
19
Morosito

Upea Capo d’Orlando – Fileni BPA Jesi 78-77 (19-19)(49-33)(59-47)

 

Upea Capo d’Orlando: Basile 17, Soragna 9, Nicevic 14, Portannese 6, Archie 19, Benevelli 6, Cefarelli, Ciribeni 5, Laquintana 2, Busco ne. All.:Pozzecco

 

Fileni BPA Jesi: Maggioli 14, Borsato 6, Fallucca, Rocca 16, Goldwire 27, Esposito, Gaspardo 4, Santiangeli 5, Migliori 5, Jukic ne. All: Coen.

 

Vittoria nel finale per l’Upea Capo d’Orlando che s’impone 78-77 sulla Fileni Bpa Jesi e a 40 minuti dalla chiusura del girone d’andata è in piena corsa per le Adecco Final Six.

I primi due del match sono di Maggioli da sotto. Portannese dall’arco sfida Mason Rocca, lo batte sul palleggio e piazza la tripla per il primo vantaggio Upea (3-2 dopo 1’). A segno Rocca in post basso, replica Nicevic nel pitturato (5-4 dopo 2’30’’). Maggioli commette il suo primo fallo su Laquintana, poi stoppato da Nicevic commette infrazione di passi. Tripla di Archie servito da Nicevic, si ripete l’americano sempre dall’arco e l’Upea dopo 5’ è 11-6. Nel tentativo generoso di raddoppiare e stoppare Rocca, Archie commette poi il suo secondo fallo e coach Gianmarco Pozzecco lo richiama in panca per Benevelli. Laquintana ne mette due in lay-up, ma Maggioli ha spazio dall’arco e non perdona. Realizza Nicevic da fuori, ma ancora Maggioli da 3 a segno per il controsorpasso Fileni (15-16 a 2’e 22’’ dalla prima sirena). Due liberi di Soragna e un appoggio di Benevelli consentono nuovamente un possesso di vantaggio all’Orlandina (19-16 con 1’ da giocare). La tripla di Gaspardo e l’1/2 ai liberi di Goldwire consentono a Jesi di pareggiare i conti alla fine del primo quarto (19-19).

Benevelli su assistenza di Ciribeni va subito a referto in avvio di secondo quarto. Basile in contropiede si arresta sulla linea dei tre punti e realizza in transizione (24-21dopo 2’). Ancora Basile esce dai blocchi riceve da Ciribeni e si alza dall’arco facendo esplodere il PalaFantozzi (27-23 dopo 3’30’’). Soragna trova Archie sotto il ferro e l’americano trova lo spazio per l’appoggio, ancora l’ala statunitense realizza nell’area colorata per il 31-25 dopo 5’. Una tripla di Soragna, 4 di fila di Nicevic danno all’Upea il +13 a 3’ dalla pausa (40-27), massimo vantaggio fino a questo momento. Ciribeni riversa sul parquet di Capo d’Orlando tutta la sua esplosività: stoppa, serve assist, conquista rimbalzi e piazza la bomba con cui si chiude il secondo quarto. Il parziale all’intervallo è 49-33 per l’Orlandina.

 

Al rientro sul parquet Maggioli viene stoppato da Archie, ma nell’azione d’attacco successiva realizza dalla media. Portannese riesce nel lay-up nonostante il fallo di Borsato (quarto per lui) e mette a segno anche il libero supplementare (52-35 dopo1’). Con la zona in difesa Jesi riesce a piazzare un parziale di 2-9 portandosi sul -10 54-44, ma nel momento di maggiore difficoltà in attacco Basile trova la tripla che spezza il digiuno. Ancora l’ex Olimpia Milano prende lo sfondamento di Maggioli in difesa e sul ribaltamento dell’azione Benevelli va a segno in gancio (59-44 a 1’ dal termine). La tripla di Migliori chiude il terzo quarto sul 59-47.

Dalla media realizza Soragna, per gli ospiti Rocca nel pitturato (61-51 dopo 4’). Su un fallo fischiato a Maggioli viene chiamato anche un tecnico alla panchina della Fileni per proteste, ma l’Orlandina non riesce ad approfittarne e gli ospiti dopo 6’ distano solo 4 lunghezze (68-64) grazie anche all’high scorer del campionato Goldwire (22 punti). Nicevic marcato con tre uomini addosso trova lo spazio per realizzare subendo il fallo, ma fallisce il libero aggiuntivo (70-64 a 2’ dalla fine). Arriva quando serve la tripla di Basile, ma a-nche Borsato va a segno dall’arco (76-75 a 1’ dal termine). Portannese cercando di recuperare la palla commette fallo su Goldwire che si presenta in lunetta e fa 2/2 (76-77 a 40’’ dal termine). Il folletto americano spende il fallo su Basile che realizza entrambi i liberi (78-77 con soli 25’’ da giocare). Capo d’Orlando  non commette fallo e Jesi con Rocca e Maggioli (stoppato) fallisce i due tentativi a disposizione per portarsi a casa la gara.

Dichiarazioni fine gara

Coach Coen: «Il carattere non fa punti. I ragazzi alla fine non sono riusciti ad avere la meglio, abbiamo sofferto nel secondo quarto, ma dal terzo le abbiamo provate tutte per vincere. È un peccato, ma dobbiamo ripartire dalla cose positive. Questa vittoria ci avrebbe dato parecchio entusiasmo. Abbiamo provato la difesa a zona, soprattutto nell’ultimo quarto e abbiamo creato qualche problema all’Orlandina. Ripartiremo dalle cose buone fatte oggi».

Coach Pozzecco: «Pensavo e immaginavo che la partita poteva essere chiusa accelerando un po’. Abbiamo fatto bene in difesa, ma in attacco contro la zona non siamo stati bravi a sufficienza. Abbiamo perso in aggressività fisica, ma abbiamo preso buoni tiri, passando la palla forse anche troppo. Sono contento però, c’è stata un’altra giornata con risultati stranissimi, vedi Verona. Oggi pensavamo di giocare una gara più serena, ma abbiamo gestito male il loro rientro. Oggi è stata la partita di Ciribeni. Godo nel vedere che un ragazzo come lui che gioca poco entra e da tutto in campo meritandosi gli applausi del palazzetto. Dedichiamo questa gara al nostro Ciccio Venza, che fa il compleanno. Adecco Final Six? Non ne ho la più pallida idea. L’unica cosa che dobbiamo fare è vincere a Imola, poi vedremo. Non so quale sia la classifica, ma se dovessimo vincere potremmo ottenere l’accesso alla Coppa. Voglio aggiungere che sono contento per il mio amico Ugo Ducarello ha vinto a Napoli».