Gal Nebrodi Plus, graduatorie “sospese”

0
51
Morosito

Due richieste di sospensiva sono state accolte dalla quarta sezione del Tar di Catania e riguardano il Gal Nebrodi Plus. Il primo ricorso è stato presentato dalla S.A.S. Sapori della Valle D’Orice di Favazzo I. & C., rappresentata dall’avv. Pietro Paterniti La Via contro l’associazione Gal Nebrodi Plus, rappresentato dall’avv. Filippo Cangemi. E’ stato chiesto l’annullamento dell’elenco definitivo delle istanze considerate ricevibili e non ricevibili sull’attuazione dell’approccio Leader del bando pubblico su trasformazione e commercializzazione artigianale dei prodotti tipici. Il Tar ha accolto la sospensiva per la valutazione del progetto delle ditta ricorrente, fissando l’udienza per gennaio 2015. Stessa decisione è stata disposta a favore della ditta dei Fratelli Borrello s.a.s. di Borrello Anna Maria & C. rappresentata dagli avv. Liliana D’Amico e Luca Ardizzone, che ha presentato ricorso contro il Gruppo di Azione Locale Nebrodi Plus, rappresentato sempre dall’avv. Filippo Cangemi e l’assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari, rappresentato dall’Avvocatura Distrettuale dello Stato. In questo caso è stato chiesto l’annullamento dei provvedimenti con i quali è stata dichiarata non ricevibile la domanda della ditta sul Programma di Sviluppo Rurale della Sicilia, sezione Nebrodi e tutte le relative graduatorie. Anche per questa vicenda il Tar ha richiesto una valutazione nel merito della proposta della ditta ricorrente, fissando la trattazione di merito sempre a Gennaio 2015.