Posti letto, il piano “corretto”

0
58

Un puro errore di trasmissione dall’assessorato alla salute alla  Commissione Sanità dell’ARS, della bozza di rimodulazione delle rete ospedaliera riguardante i Distretti ospedalieri in provincia di Messina. Finisce così in archivio quella proposta della rimodulazione della rete ospedaliera, contestata trasversalmente in commissione e ritirata dall’assessore Borsellino. In una seconda bozza trasmessa ai componenti della commissione sanità ecco ricomparire, per i distretti sanitari della provincia di Messina, gli ospedali riuniti di Sant’Agata e Mistretta, così come annunciato dalla stessa Borsellino la scorsa settimana a Sant’Agata. Nel Distretto 1 della provincia di Messina, dunque, prevista  la disposizione degli “Ospedali riuniti” Sant’Agata Militello – Mistretta, ed ospedali riuniti anche per Milazzo – Barcellona e Lipari, autonomia invece per il Barone Romeo di Patti ed il S.Vincenzo di Taormina.  Nel complesso degli “Ospedali Riuniti Sant’Agata – Mistretta”, a Sant’Agata Militello rimarranno 6 unità operative complesse: Cardiologia, Chirurgia generale, Medicina generale, Ortopedia e traumatologia , Ostetricia e ginecologia oltre al servizio psichiatrico diagnosi e cura. La pediatria torna, invece, ad essere Unità operativa semplice con 6 posti letto. Complessivamente, dal 2014 i posti letto saranno 87. Decisiva la pressione dei deputati regionali, Grasso, Picciolo e Germanà da un canto, Laccoto dall’altro, per risolvere l’arcano delle due bozze, la prima, errata, e  la seconda che pare essere quella definitiva. Al Santissimo Salvatore di Mistretta 40 posti di riabilitazione, 20 di lungodegenza più i 18 tra area medica indistinta e chirurgica, per un totale  di 78 posti letto.  Per il Barone Romeo di Patti, invece, 147 posti letto dal 2014, con 9 unità complesse, Cardiologia, Chirurgia generale e vascolare, geriatria, medicina, ostetricia e ginecologia, terapia intensiva, pediatria e neonatologia, e psichiatria, mentre unità semplice ortopedia. Ospedali riuniti, dunque, seconda la nuova bozza, anche Milazzo – Barcellona e Lipari, con 188 posti al “Fogliani”, 105 al Cutroni Zodda e 26 alle Eolie.