Sinagra, polemica su mancato lutto cittadino

0
117

“Non comprendo le ragioni per le quali il Sindaco Enza Maccora non ha ritenuto di proclamare il lutto cittadino in occasione dei funerali di Calogero Corica, Sindaco di Sinagra per quasi venti anni e Consigliere comunale per oltre quarant’anni”. Lo chiede in una lettera aperta Emanuele Giglia, consigliere comunale di Minoranza ed ex presidente del Consiglio. “Calogero Corica è stato un pezzo fondamentale della storia politica ed amministrativa di Sinagra – scrive Giglia – un esemplare uomo delle istituzioni  e quindi il suo ricordo entrerà di diritto nella nostra futura memoria”. Per questo motivo – secondo Giglia – in concomitanza con i suoi funerali, “il Sindaco di Sinagra Enza Maccora aveva l’obbligo morale di proclamare il lutto cittadino. Ma il nostro Sindaco, venendo meno ad una consuetudine diventata ormai prassi in tutti i comuni – che davanti alla morte di un illustre cittadino ne consegue la proclamazione del solenne lutto – stranamente ha deciso di non farlo”. Emanuele Giglia, nella lettera, ricorda il ruolo di Corica (che è stato anche l’unico sinagrese ad essere eletto al consiglio provinciale) e il contributo dato per la crescita economica e sociale di Sinagra. “Ho deciso – prosegue Giglia-  di esporre  pubblicamente il mio pensiero perché su un episodio del genere non può calare l’oblio”. Ritengo che sia mio dovere intervenire su questa incresciosa e imbarazzante vicenda – conclude il consigliere – anche per le responsabilità e i ruoli pubblici  ricoperti in questi anni, sottolineando anche che, viceversa, nel 2010 in occasione della prematura scomparsa  di un caro Consigliere Comunale, insieme al Sindaco Scarso, abbiamo ritenuto giusto e ovvio proclamare il lutto cittadino”.

Morosito