Precari sull’orlo del precipizio

0
23

La situazione è drammatica. Se non cambierà nulla, dal prossimo 31 dicembre migliaia di lavoratori precari degli enti pubblici saranno disoccupati. Per questo motivo circa 100 sindaci siciliani, su iniziativa del sindaco di Ficarra, Basilio Ridolfo, coordinatore regionale dei piccoli comuni, hanno sottoscritto un documento di sostegno nei confronti dei lavoratori precari degli enti locali e lo hanno inviato al ministro D’Alia, ai presidenti dei gruppi parlamentari della camera dei deputati, al governo regionale, al presidente dell’Ars, ai presidenti dei gruppi parlamentari e ai presidenti delle commissioni parlamentari bilancio e lavoro all’assemblea regionale siciliana. Una presa di posizione, questa dei sindaci, che parte dalla considerazione del rilevante e a volte indispensabile contributo dei precari al lavoro delle pubbliche amministrazioni. I primi cittadini chiedono l’accoglimento, da parte della camera dei deputati, di farsi carico dell’approvazione di alcuni emendamenti alla legge di stabilità in modo che i comuni possano prorogare i contratti con i lavoratori precari. Al governo regionale chiedono di condividere e sostenere l’approvazione degli emendamenti e al presidente del’Anci Sicilia e ai sindacati, i primi cittadini chiedono di condividere e sostenere i contenuti del documento sottoscritto, avendo riguardo di trovare una sintesi unitaria a tutela degli attuali livelli occupazionali e a salvaguardia del buon funzionamento della pubblica amministrazione ai fini dell’efficacia dei servizi resi alla collettività.

Morosito