Precari, alta tensione

0
24
Manifestazione di precari davanti all'Ars

Sindaci “preoccupati” per i precari in servizio nei Comuni siciliani. Diversi amministratori locali hanno preso parte all’assemblea convocata a Gliaca di Piraino dalla Segreteria Regionale del “Movimento Giovani Lavoratori”. Durante l’incontro sono state affrontate le criticità presenti nel D.D.L. predisposto dal governo Regionale a soluzione della problematica dei precari. E’ stato dato mandato al Sindaco di Ficarra, Basilio Ridolfo, che è anche presidente dei Piccoli Comuni in seno all’Anci, di predisporre un documento con cui rappresentare le istanze di amministratori e precari agli organi preposti. Intanto, l’amministrazione comunale di Capo d’Orlando intendo coinvolgere il consiglio comunale in merito ai rilievi mossi dalla Corte dei Conti riguardo l’alto numero del personale precario rispetto alla pianta organica del comune paladino. Il sindaco Enzo Sindoni cerca così il sostegno politico alla sua strategia di difendere la pianta organica. Nella nota che il comune invierà a Palermo, infatti, si precisa che  l’incidenza del personale sul bilancio comunale sarebbe pari al 38%, e quindi ben al di sotto del massimo consentito cioè il 50%. “Non farò macelleria sociale- afferma il sindaco- e certamente non partirà dalla mia giunta alcuna azione di licenziamento del personale”.  Intanto il ministro Giampiero D’Alia ha annunciato la possibilità di un emendamento alla legge di stabilità nazionale che tenga conto della specificità siciliana sul fronte precari, concedendo alcune deroghe ai comuni, purché non aumentino le spese

Morosito