Terna stoppa lo sciopero

0
28

E’ stato bloccato da Terna lo sciopero di 4 ore che era stato proclamato per oggi da Filctem-Cgil Flaei-Cisl Uilctem-Uil alla Centrale Termoelettrica Edipower/A2A per scongiurarne la chiusura. Per sindacati e lavoratori è strano che Terna abbia rivisto la posizione del 26 novembre scorso e dichiarato ieri sera, l’incompatibilità della protesta a causa dell’indisponibilità di altre due centrali siciliane. Verificata la situazione i sindacati hanno rinviato lo sciopero al 17 dicembre prossimo. Il rinvio, scrivono i sindacalisti Pino, Lo Monte e Caruso non ha fatto altro che esasperare ancora di più gli animi dei lavoratori che temono per il loro futuro occupazionale. Infatti con lo smantellamento dei due gruppi da 160 MW, la centrale di San Filippo del Mela si troverà a breve ad operare con soli 4 gruppi, che l’azienda intenderebbe impiegare per la maggior parte a “riserva fredda”  mentre, per uno solo di questi, verrebbe sperimentato un carburante di nuova tecnologia, chiamato CSS e ricavato da una parte dei rifiuti della differenziata. Ma per i sindacati, senza un tavolo di confronto è impossibile verificare la praticabilità e le garanzie della proposta, anche perché –aggiungono- vi è il serio rischio che i tempi necessari alla verifica, ed alle autorizzazioni, non coincidano poi con quelli per ultimare i lavori di riconversione dell’impianto, e che di conseguenza le maestranze , i 300 tra diretti ed indotto, si ritrovino licenziati. E’ necessario perciò un percorso generale di verifica con tutti i soggetti alla Prefettura di Messina. Nel frattempo è stato nuovamente fissato lo sciopero per il 17 dicembre e se non ci saranno risposte, i sindacati ricorreranno a nuove e più incisive azioni di protesta.

Morosito