Blocco trasporti, il fronte si spacca

0
99
Morosito

Si spacca il fronte della protesta degli autotrasportatori. Le sigle Aias e Forza d’urto, rappresentate da Pippo Richichi e Carmelo Lampuri, hanno deciso di non aderire allo sciopero dopo l’accordo raggiunto al tavolo della prefettura a Catania con i governi nazionale e regionale. Ma i Forconi confermano la protesta dei tir: “Sapevamo che l’Aias di Giuseppe Richichi all’ultimo momento avrebbe fatto un passo indietro. Ma la nostra protesta è già programmata da mesi e andrà avanti. Noi non ci fermeremo”. Intanto ai distributori di carburante le file di automobili sono interminabili, e molti benzinai sono già a secco. Ma i prefetti dell’isola hanno disposto il divieto di assembramenti in punti nevralgici della rete stradale, autostradale e in altre strutture sensibili, a tutela dei diritti fondamentali dei cittadini” e la “continuità dei servizi essenziali”