Si chiude l’era di Salvo Messina

0
27
salvo messina

Oggi a Brolo si chiude una stagione lunga sette anni, forse anche di più. Salvo Messina ha già sgomberato l’ufficio di Sindaco, raccolto documenti ed effetti personali negli scatoloni, inviato mail con il suo nuovo indirizzo di posta elettronica. Nel pomeriggio l’ultimo atto con la conferenza stampa che servirà ad annunciare le dimissioni e i motivi che l’hanno portato ad abbandonare la carica che ricopriva dal 2007. L’amarezza che già traspariva nelle parole dell’ultimo consiglio comunale, quello del 27 novembre, sarà ancora più marcata nelle parole d’addio che potrebbero riservare anche stoccate polemiche ai componenti della maggioranza, come il Presidente Maria Ricciardello o il capogruppo Elisabetta Morini. Chissà se salvo Messina deciderà di andare via sbattendo la porta o no, di certo le richieste di dimissioni, le prese di distanza, durante e dopo il consiglio comunale che non ha chiarito il mistero dei mutui fantasma, hanno lasciato il segno. Alla figura di Salvo Messina sono legati gli ultimi 12 anni di vita amministrativa di Brolo, da assessore al Turismo nella giunta Laccoto prima, da sindaco poi. I successi elettorali di Salvo Messina sono stati sempre piuttosto netti: s’imposte nel 2007 con il 64% dei consensi e con oltre il 77% nella primavera del 2012. Ha impresso all’attività amministrativa di Brolo un marchio dinamico legato alle iniziative turistiche e di intrattenimento, ha mosso battaglia alle Ato sul servizio rifiuti, ha fatto conoscere il nome di Brolo al di fuori dei confini comprensoriali anche grazie alla locale squadra di pallavolo di serie A2 di cui è presidente. Davvero oggi si chiude un’epoca.